Aiuto

La Parola è Vita

Gesù va alla festa

1 Dopo queste cose, Gesù ando in Galilea. Voleva tenersi lontano dalla Giudea, dove i capi giudei stavano complottando per ucciderlo.
2 Era vicina la festa ebraica dei Tabernacoli.
3 I fratelli di Gesù insistevano perché andasse in Giudea in occasione della festa. "Devi andare dove altra gente possa vedere i tuoi miracoli!" gli dicevano.
4 "Non puoi diventare famoso, se continui a nasconderti così! Se fai davvero queste cose, fatti riconoscere dal mondo!"
5 Lo dicevano perché nemmeno loro, i suoi stessi fratelli, credevano in lui.
6 Gesù allora rispose; "Per me non è ancora il momento giusto. Ma voi potete andare quando volete.
7 Infatti il mondo non puo odiarvi; odia me, perché io lo accuso dei suoi peccati.
8 Andate voi alla festa, io per ora non vado, perché per me non è ancora il momento giusto".
9 Così Gesù rimase in Galilea.
10 Ma, partiti i fratelli, anche Gesù si reco alla festa, pero con discrezione, quasi di nascosto.
11 Intanto, i capi giudei lo cercavano e chiedevano in giro se qualcuno lo avesse visto.
12 Fra la folla, poi, era nata un'accesa discussione sul conto di Gesù. Alcuni dicevano: "È un uomo sincero". Altri invece: "No! Non vedete che inganna la gente?"
13 Nessuno, pero, aveva il coraggio di parlare di lui apertamente, per paura dei capi giudei.

Chi è Gesù?

14 Verso la metà della festa Gesù salì al tempio e comincio ad insegnare.
15 Nel sentirlo, i giudei restarono sorpresi. "Come fa a conoscere così bene le Scritture, senza avere mai studiato?" si chiedevano.
16 Allora Gesù spiego: "Cio che io insegno non viene da me, ma da colui che mi ha mandato.
17 Se qualcuno di voi è pronto a fare la volontà di Dio, s'accorgerà se cio che v'insegno viene da Dio o semplicemente da me stesso.
18 "Chi espone le proprie idee cerca la stima degli altri, ma chi cerca di onorare colui che lo ha mandato dice la verità e non è cattivo.
19 Non è stato forse Mosè a darvi la legge? Eppure nessuno di voi la mette in pratica! Perché cercate di uccidermi?"
20 La folla replico: "Tu hai un demonio! Chi è che cerca di ucciderti?"
21 Gesù rispose: "Ho fatto un miracolo [di sabato] e siete tutti sconvolti?
22 Anche voi, pero, violate il riposo del sabato, quando rispettate la legge di Mosè, praticando la circoncisione il sabato. (Per la verità, la pratica della circoncisione è più antica della stessa legge di Mosè).
23 Se, il momento giusto per circoncidere i vostri bambini cade di sabato, voi non esitate a farlo; allora perché ce l'avete con me per aver guarito un uomo di sabato?
24 Non dovete giudicare con superficialità, ma con giustizia!"
25 Alcuni abitanti di Gerusalemme osservarono: "Non è questo l'uomo che cercano di uccidere?
26 Eppure qui predica in pubblico e nessuno gli dice niente! Forse i nostri capi sono convinti che, dopo tutto, sia davvero lui il Cristo.
27 Ma come puo essere? Sappiamo da dove viene quest'uomo. Invece, quando verrà il Cristo, nessuno saprà da dove viene".
28 Allora Gesù, mentre insegnava nel tempio, esclamo a voce alta: "Voi mi conoscete e sapete da dove vengo, in realtà non sono stato io a decidere di venire: sono stato mandato da colui, che è sincero, ma voi non lo conoscete.
29 Io, invece, lo conosco, perché vengo da parte sua ed è stato lui a mandarmi".
30 A queste parole i capi giudei cercarono di arrestarlo, ma nessuno gli mise le mani addosso, perché non era ancora venuto il suo momento.
31 Molti tra la folla pero credettero in lui. "Dopo tutto", dicevano, "quando verrà il Messia certamente non potrà fare più miracoli di questo uomo".
32 Quando i Farisei seppero quello che la gente diceva di Gesù, d'accordo con i capi sacerdoti, mandarono delle guardie ad arrestarlo.
33 Ma Gesù disse loro: "Devo restare qui con voi ancora un po'. Poi tornero da chi mi ha mandato.
34 Voi mi cercherete, ma non mi troverete, né potrete venire dove saro io!"
35 I capi giudei cominciarono a discutere fra di loro: "Dove vorrà mai andare che noi non lo possiamo trovare?" si chiedevano. "Forse pensa di lasciare Israele e di andare a predicare ai Giudei dispersi in altri paesi, oppure agli stranieri?
36 Che cosa mai avrà voluto dire con le parole: "Mi cercherete e non mi troverete" e "Non potrete venire dove saro io?"
37 L'ultimo giorno, al culmine della festa, Gesù si alzo e grido: "Chi ha sete, venga da me e beva!
38 Da chi crede in me, come dice la Scrittura, sgorgheranno fiumi d'acqua viva".
39 Gesù si riferiva allo Spirito Santo che avrebbero ricevuto quelli che avrebbero creduto in lui. Infatti in quel periodo lo Spirito non c'era ancora perché Gesù non era ancora stato glorificato.

Opinioni diverse su Gesù

40 A queste parole alcune persone fra la folla dissero: "Quest'uomo è sicuramente il profeta!"
41 Altri dicevano: "È lui il Cristo!" Altri ancora: "Ma non puo essere! Il Messia non puo venire dalla Galilea,
42 perché le Scritture dicono che nascerà dalla stirpe [reale] di Davide, a Betlemme, il villaggio dov'era Davide".
43 La folla era divisa per conto suo.
44 Anzi, alcuni volevano addirittura arrestarlo, ma nessuno lo tocco.
45 Le guardie del tempio, che erano state mandate ad arrestarlo, ritornarono dai capi sacerdoti e dai Farisei, i quali li rimproverarono: "Perché non lo avete portato qui?"
46 Le guardie risposero: "Nessuno ha mai parlato come lui!"
47 "Così, anche voi vi siete lasciati ingannare, eh?" replicarono i Farisei.
48 "C'è forse qualcuno fra i capi giudei e Farisei, che abbia creduto in lui?
49 Questa folla è maledetta, perché non conosce la legge".
50 Allora, uno del loro gruppo, Nicodemo, quello che si era già recato a parlare con Gesù, si fece avanti, dicendo:
51 "La nostra legge non ci permette di condannare un uomo senza prima ascoltarlo per sapere da lui che cosa ha fatto".
52 Ma gli altri risposero: "Sei forse anche tu della Galilea? Controlla nelle Scritture e vedrai per conto tuo: nessun profeta puo venire dalla Galilea!" {
53 Poi ciascuno se ne torno a casa propria.
© 2018 ERF Medien