Aiuto

La Parola è Vita

Il mio compito qui in terra

1 Poi Gesù salì in barca e, attraversato il lago, giunse a [Cafàrnao] la cittadina dove abitava.
2 Gli presentarono subito un paralitico disteso su una barella. Vedendo la loro fede, Gesù disse all'infermo: "Figliuolo, fatti coraggio. I tuoi peccati ti sono perdonati!"
3 "Ma questa è una bestemmia!" dissero tra sé alcuni dei dottori della legge.
4 Gesù sapeva cio che stavano pensando, percio chiese loro: "Perché fate cattivi pensieri?
5 È più facile dire: "I tuoi peccati sono perdonati" o "Alzati e cammina"?
6 Adesso vi dimostrero che il Figlio dell'uomo ha l'autorità, qui sulla terra, di perdonare i peccati" Poi, rivolto al paralitico, gli comando: "Alzati, raccogli la tua barella e vattene a casa tua!"
7 E l'uomo si alzo e se ne ando a casa sua!
8 Quando videro questo miracolo compiersi davanti ai loro occhi, un brivido di timore scosse i presenti. E tutti lodarono Dio per aver dato tanta autorità ad un uomo!
9 Poi, passando per il banco delle tasse, Gesù vide un esattore, un certo Matteo, seduto dietro al banco. Gli disse: "Vieni con me!" Matteo si alzo e lo seguì.
10 Più tardi, Gesù e i suoi discepoli andarono a pranzare in casa di Matteo e fra gli invitati c'erano molti truffatori, colleghi di Matteo, ed altra gente dalla cattiva reputazione.
11 I Farisei erano indignati per questo fatto, e chiesero ai discepoli: "Perché il vostro maestro va a mangiare con tale gente?"
12 Gesù li sentì e rispose: "Sono le persone malate che hanno bisogno del medico, non quelle sane!".
13 Poi aggiunse: "Andate ad imparare il significato di [questo versetto delle Scritture]: "Non voglio i vostri sacrifici, ma che siate misericordiosi". Io sono venuto per riportare a Dio i peccatori, non quelli che già si sentono giusti!"

Recipienti nuovi

14 Dopo un po', i discepoli di Giovanni Battista vennero da Gesù e gli chiesero: "Perché i tuoi discepoli non digiunano, come facciamo noi ed i Farisei?"
15 Gesù rispose: "Pensate che gli invitati ad un banchetto di nozze se ne starebbero senza mangiare durante i festeggiamenti mentre lo sposo è ancora con loro? Ma verrà il momento in cui egli se ne andrà; allora digiuneranno!
16 "Ditemi: chi rattopperebbe un indumento vecchio con un pezzo di stoffa nuova? La toppa si restringerebbe e produrrebbe uno strappo peggiore del primo.
17 Nessuno verserebbe del vino nuovo in otri vecchi, perché scoppierebbero; il vino andrebbe perso e gli otri distrutti. Ma il vino nuovo si mette in otri nuovi; in questo modo si conservano sia il vino che i recipienti".
18 Mentre Gesù stava ancora parlando, uno dei capi della sinagoga gli si avvicino e, inginocchiandosi, disse: "La mia figlioletta è appena morta, ma tu puoi farla rivivere, se soltanto verrai a toccarla!"
19 Gesù si alzo, e lo seguì con i discepoli.
20 Ed ecco che una donna, affetta da emorragia da ben dodici anni, gli si avvicino da dietro e gli tocco un lembo del vestito,
21 perché pensava: "Se riesco anche soltanto a toccare il suo vestito, saro guarita".
22 Gesù, voltandosi, la vide e le disse: "Coraggio, figliuola, la tua fede ti ha guarita!" E da quel momento la donna fu guarita.
23 Quando Gesù giunse a casa del capo della sinagoga, vide la gente che piangeva e udì la musica funebre.
24 Allora disse: "Uscite, perché la bambina non è morta, sta soltanto dormendo!" Ma la gente comincio a deriderlo.
25 Quando finalmente furono usciti tutti, Gesù entro dove stava la piccola e la prese per mano. Subito la ragazza si alzo:
26 e la notizia si sparse per tutto il paese.
27 Mentre Gesù si allontanava di là, due ciechi presero a seguirlo, gridando: "Figlio di Davide, abbi pietà di noi!"
28 E quando fu entrato in una casa, gli si avvicinarono. Allora Gesù chiese loro: "Credete davvero che io possa ridarvi la vista?" "Sì, Signore!" risposero, "lo crediamo!"
29 Allora Gesù tocco loro gli occhi e disse: "Sia come avete creduto!"
30 E immediatamente videro! Gesù li avvertì severamente di non raccontare a nessuno l'accaduto,
31 ma essi divulgarono la notizia per tutto il paese.
32 Mentre quelli se ne andavano, fu portato a Gesù un uomo che non riusciva a parlare, perché era posseduto da un demonio.
33 Gesù caccio il demone, e immediatamente l'uomo riacquisto la parola. La folla resto meravigliata: "Non avevamo mai visto niente di simile in tutto Israele!" esclamavano tutti.
34 Ma i Farisei accusavano Gesù, dicendo: "Caccia i demoni, perché egli stesso è posseduto dal re dei demoni!"

Gli operai sono pochi

35 Gesù passava per tutte le città e i villaggi di quella zona, insegnando nelle sinagoghe e annunciando la Buona Notizia del Regno. Ovunque andava, guariva ogni tipo di malattia.
36 Vedendo tutta quella gente, egli ne ebbe compassione, perché era oppressa e scoraggiata, come pecore senza pastore.
37 "Il raccolto è molto vasto", disse Gesù ai suoi discepoli, "ma gli operai sono pochi!
38 Pregate il Padrone del raccolto che mandi dei lavoratori a raccogliere la messe dei suoi campi".
© 2017 ERF Medien