Aiuto

La Parola è Vita

Lo Spirito Santo ci libera dai peccati

1 Ora dunque non c'è più condanna per noi che apparteniamo a Gesù Cristo,
2  perché la potenza dello Spirito, che dà la vita in Cristo, ci ha liberati dal potere del peccato e della morte.
3  Infatti, Dio ha fatto cio che la legge non poteva fare a causa della nostra debolezza: ha mandato suo Figlio in un corpo simile al nostro corpo peccaminoso e ha condannato in lui il peccato di tutta l'umanità,
4  affinché ora che non viviamo più secondo la vecchia natura carnale, ma secondo lo Spirito Santo potessimo vivere quella vita giusta che la legge richiede.
5  Infatti quelli che sono della vecchia natura peccaminosa, vivono per soddisfare i propri desideri; mentre quelli che ubbidiscono allo Spirito Santo desiderano fare le cose che piacciono a lui.
6  L'ubbidienza allo Spirito Santo porta alla vita e alla pace, mentre seguire la propria vecchia natura conduce alla morte,
7  perché questa vecchia natura corrotta, che è dentro di noi, è contro Dio: non è soggetta alle sue leggi, né mai potrà esserlo.
8  Ecco perché quelli che seguono ancora la propria natura peccaminosa non possono piacere a Dio.
9  Voi pero non appartenete alla vecchia natura, ma allo Spirito, perché lo Spirito di Dio vive in voi; chi non ha lo Spirito di Cristo, non appartiene a lui.
10  Se Cristo vive in voi pero, anche se il vostro corpo è morto a causa del peccato il vostro spirito vivrà, perché partecipa alla giustizia [di Cristo].
11  E se lo Spirito di Dio, che risuscito Gesù dalla morte, vive in voi, Dio donerà di nuovo la vita ai vostri corpi mortali, per mezzo di quello stesso Spirito Santo che è dentro di voi.
12  Così, fratelli, sappiate che voi non avete più nessun obbligo nei riguardi della vecchia natura. Percio, non commettete più quelle azioni che essa vi spinge a fare!
13  Perché, se soddisferete le sue voglie, morirete; se invece, per mezzo dello Spirito Santo, soffocherete i suoi atti malvagi, allora vivrete.
14  Perché tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, sono figli di Dio.
15  Voi non avete ricevuto uno spirito che vi rende di nuovo schiavi e paurosi, ma avete ricevuto lo Spirito di adozione grazie al quale possiamo invocare: "Padre mio, Papà!"
16  È lo stesso Spirito Santo che parla al nostro spirito e ci assicura che siamo figli di Dio.
17  E se siamo suoi figli, siamo anche suoi eredi, eredi di Dio insieme con suo Figlio, Gesù Cristo. Se soffriamo con lui parteciperemo anche alla sua gloria.

La gloria futura

18  Infatti, io penso che cio che soffriamo adesso non è niente in confronto alla gloria che Dio farà vedere in noi un giorno.
19  Tutto l'universo sta aspettando pieno di speranza il momento in cui Dio rivelerà i suoi figli.
20  Perché anche il creato è stato sottoposto al risultato del primo peccato, non di sua volontà, ma a causa di chi ve lo ha sottoposto.
21  Non senza speranza, pero, perché un giorno anch'esso sarà liberato dalla schiavitù della decomposizione per partecipare alla gloriosa libertà dei figli di Dio.
22  Perché sappiamo che fino ad ora tutto il creato, in attesa di questo grande evento, soffre e si lamenta come una donna che partorisce.
23  E non soltanto il creato, ma anche noi; infatti, anche se abbiamo lo Spirito Santo dentro di noi, come anticipo della futura gloria, sospiriamo in attesa della nostra adozione, la redenzione del nostro corpo.
24  Perché noi siamo salvati per fede, e aver fede significa aspettare con fiducia cio che ancora non si vede. Uno che vede già una cosa, non ha bisogno di sperare.
25  Quando pero speriamo di ottenere qualcosa che ancora non vediamo, lo aspettiamo con pazienza.
26  Allo stesso modo, anche lo Spirito Santo ci aiuta nella nostra debolezza, perché in realtà noi non sappiamo neppure pregare nel modo giusto, ma lo Spirito Santo prega per noi con sentimento tale che non si puo esprimere.
27  E colui che esamina i cuori sa cio che lo Spirito desidera, perché intercede per i santi in armonia con la volontà di Dio.
28  Infatti noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, cioè a coloro che sono chiamati secondo il suo piano prestabilito.
29  Perché quelli che Dio ha già conosciuti, li ha destinati in anticipo ad essere simili a suo Figlio, in modo che Gesù fosse il primo di molti fratelli.
30  Infatti, quelli che Dio aveva già scelto, li ha anche chiamati a sé, poi ha resi giusti e partecipi della sua gloria quelli che aveva chiamato.

Niente puo separarci dall'amore di Dio

31  Che cosa potremmo dire davanti a queste cose? Se Dio è con noi, chi mai sarà contro di noi?
32  Se egli non ha risparmiato neppure il proprio Figlio, ma l'ha dato per tutti noi, non ci darà sicuramente ogni cosa insieme con lui?
33  Chi oserà accusare quelli che Dio ha scelto, quando proprio Dio li ha perdonati e li ha resi giusti?
34  Chi ci condannerà se Gesù Cristo è morto, e molto di più, è stato risuscitato e ora si trova alla destra di Dio, a sostenere la nostra causa?
35  Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Saranno forse le tribolazioni, l'angoscia, le persecuzioni, la fame, la mancanza di vestiti, il pericolo, oppure la spada?
36  No, perché le Scritture ci dicono:"Per amor tuo ci uccidono tutti i giorni, ci considerano come pecore da macello".
37  Ma in tutte queste cose la vittoria schiacciante è nostra, grazie a colui, che ci ha tanto amato.
38  Sono convinto che niente potrà mai separarci dal suo amore. Né la morte, né la vita, né gli angeli, né i capi spirituali, né il presente, né il futuro né le potenze demoniache
39  e neppure le altezze o le profondità, nessuna cosa che Dio ha creato sarà mai capace di separarci dall'amore che Dio ci ha mostrato in Gesù Cristo, nostro Signore!
© 2018 ERF Medien