Aiuto

La Parola è Vita

Paolo ringrazia i suoi amici

1 Vi raccomando Febe, una cara sorella che è diaconessa nella chiesa della città di Cencrea.
2  Accoglietela in modo degno dei santi del Signore. Siatele d'aiuto in ogni modo possibile, perché Febe ha aiutato molti che avevano bisogno, me incluso.
3  Salutatemi Prisca ed Aquila, miei collaboratori nell'opera di Gesù Cristo,
4  che hanno perfino rischiato la loro vita per salvare la mia, e non sono l'unico ad essere loro riconoscente, lo sono anche tutte le chiese di origine pagana.
5  Salutate pure tutti quelli che si riuniscono in casa loro per adorare il Signore. Un saluto anche al mio caro Epèneto, che fu il primo di tutta la Turchia occidentale ad accettare Cristo.
6  Ricordatemi a Maria, che ha lavorato tanto per aiutarvi.
7  Poi ci sono Andronico e Giunia, miei parenti, che sono stati in prigione con me. Sono tenuti in grande considerazione fra gli apostoli e sono diventati cristiani prima di me. Vi prego di salutarmeli.
8  Un saluto ad Ampliato, che amo nel Signore,
9  ad Urbano, nostro collaboratore e al mio caro Stachi.
10  Vi prego di salutare anche Apelle, che è stato messo alla prova per la sua fede in Cristo. I miei saluti a quelli della casa di Aristobulo.
11  Ricordatemi al mio parente, Erodione, ed anche a quelli della casa di Narcìso, che credono nel Signore.
12  Un saluto a Trifèna e Trifosa, che tanto lavorano per il Signore, e alla cara Pèrside che ha fatto molte cose per lui.
13  Salutatemi Rufo, scelto dal Signore per appartenergli, e la sua cara mamma, che è una madre anche per me.
14  I miei saluti ad Asìncrito, Flegonte, Erme, Pàtroba, Erma, e agli altri fratelli che sono con loro.
15  Saluti a Filologo, a Giulia a Nèreo e a sua sorella, a Olimpia e a tutti i santi che sono con loro.
16  Salutatevi tra di voi con un bacio fraterno; tutte le chiese di Cristo vi mandano i loro saluti.Le istruzioni finali di Paolo
17  Vi esorto, fratelli: tenete d'occhio quelli che provocano divisioni e ostacoli, e insegnano cose che sono contrarie a cio che vi è stato insegnato. State alla larga da loro.
18  Questi individui non lavorano per il nostro Signore, Gesù Cristo, ma soltanto per riempirsi la pancia. Hanno la parola facile e, lodando la gente semplice, riescono spesso a metterli nel sacco.
19  Tutti hanno sentito della vostra ubbidienza e questo mi rende davvero felice; ma voglio che siate sapienti su cio che è bene, ma semplici riguardo il male.
20  Ben presto l'Iddio della pace schiaccerà Satana sotto i vostri piedi. La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con voi.
21  Vi saluta Timoteo, mio collaboratore, e vi salutano Lucio, Giasone, e Sosìpatro, miei parenti.
22  Ed io, Terzo, che ho scritto questa lettera [per Paolo] vi mando i miei saluti, come vostro fratello nel Signore.
23  Vi saluta anche Gaio, che mi ospita in casa sua con tutta la chiesa. Vi salutano Erasto, il tesoriere della città, e Quarto, fratello nella fede.
24  {Che la grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con tutti voi}.
25  Gloria a Dio, che puo rendervi forti ed equilibrati nella fede, proprio come dice il Vangelo che avete ricevuto da me: la Parola di Gesù Cristo. Questo è il piano di Dio per la salvezza di voi che non siete ebrei, piano tenuto segreto per secoli e secoli. Ma ora questo messaggio è stato predicato ovunque, come i profeti predissero e Dio comanda, affinché uomini e donne di tutto il mondo possano ubbidire e giungere alla fede.A Dio, l'unico in saggezza, sia gloria in eterno, per mezzo di nostro Signore Gesù Cristo. Amen.
© 2018 ERF Medien