Aiuto

La Parola è Vita

Vivere non per noi stessi

1 Noi che siamo forti non dobbiamo vivere per il nostro piacere, ma dobbiamo aiutare i deboli con i loro dubbi e i timori.
2  Che ognuno di noi cerchi il bene del suo prossimo in modo da aiutarlo a progredire nella fede!
3  Infatti, anche Cristo non ha cercato cio che piaceva a lui. Anzi, è stato scritto: "Gli insulti di quelli che offendono te sono caduti su di me".
4  Tutto cio che è stato scritto in passato [nella Bibbia] ci serve come insegnamento, perché quando leggiamo le Scritture, crescono in noi la pazienza e il conforto, che ci danno speranza.
5  Possa l'Iddio della pazienza e del conforto darvi l'armonia fra voi, come vuole Gesù Cristo.
6  Allora tutti, con un solo desiderio ed una sola voce, potrete lodare e glorificare Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo.

Comunione fraterna

7  Percio, accoglietevi l'un l'altro, proprio come Cristo ha accolti noi. Fatelo per la gloria di Dio.
8  Ricordatevi che Gesù Cristo divenne un servo per gli Ebrei come dimostrazione che Dio mantiene le sue promesse fatte ai loro antenati.
9  Così i pagani glorificano Dio per la sua misericordia, come infatti sta scritto: "Per questo ti lodero fra i popoli che non sono ebrei, e cantero il tuo nome".
10  E in un altro punto Dio dice ancora: "Siate gioiosi, voi nazioni, rallegratevi insieme al suo popolo".
11  E ancora: "Lodate il Signore, voi nazioni tutte, glorificatelo, voi tutti i popoli!"
12  E di nuovo il profeta Isaia proclama: "Dalla radice di Iesse spunterà colui che regnerà sugli stranieri, in lui spereranno le nazioni".
13  Possa il Dio della speranza, riempirvi della gioia e della pace che vengono dalla vostra fede, affinché la vostra speranza abbondi, per mezzo della potenza dello Spirito Santo!

Paolo espone i motivi della lettera

14  Fratelli miei, sono fermamente convinto che la vostra bontà abbondi perché Dio vi ha dato la conoscenza e l'abilità di potervi ammonire a vicenda.
15  Tuttavia, in alcuni punti della mia lettera ho usato paroli forti, come per risvegliare la vostra memoria. L'ho fatto perché Dio mi ha dato l'incarico
16  d'essere ambasciatore di Gesù Cristo fra voi che non siete Ebrei. Il mio compito infatti è quello di comunicarvi il Vangelo e di offrirvi a Dio, come un sacrificio che egli gradisce, perché siete stati purificati per mezzo dello Spirito Santo.
17  Percio, do gloria a Gesù Cristo per tutto quello che Dio ha fatto tramite me.
18  Non mi permetterei di parlare delle cose che Cristo non ha fatto tramite il mio lavoro e le mie parole per chiamare a sé le nazioni
19  con miracoli impressionanti e con la potenza dello Spirito Santo. In questo modo ho portato a termine il mio incarico di predicare il Vangelo di Cristo, da Gerusalemme e dintorni fino all'Illiria.
20  La mia aspirazione, infatti, era quella di andare a predicare dove non avevano mai sentito parlare di Cristo, per non costruire sul fondamento gettato da qualcun altro.
21  E così, ho fatto cio che dicono le Scritture: "Quelli che non hanno mai sentito parlare di lui prima, lo vedranno e capiranno".
22  È proprio per questo che spesso ho rimandato la mia visita da voi.

Paolo spiega i suoi piani di viaggio

23  Ma ora non ho più posto per lavorare in questa zona, e dopo tanti anni di attesa, sono pronto a venire da voi!
24  Siccome ho intenzione di andare in Spagna, durante il viaggio, desidero fermarmi a Roma da voi e, dopo che avro avuto il piacere di stare con voi per un po', che voi stessi mi aiuterete a proseguire il mio viaggio.
25  Ma adesso vado a Gerusalemme a consegnare un dono destinato ai credenti di quella città,
26  perché i cristiani della Macedonia e della Grecia meridionale hanno deciso di raccogliere delle offerte per aiutare i poveri della comunità di Gerusalemme.
27  Sono stati contenti di farlo, perché si sentono in debito verso i fratelli di Gerusalemme. Infatti, dato che i pagani sono stati resi partecipi dei loro beni spirituali, sono anche in obbligo di aiutarli con beni materiali.
28  Non appena avro portato a termine questa missione, consegnando il denaro che essi hanno offerto, passero da voi durante il mio viaggio verso la Spagna.
29  Sono certo che quando verro, Cristo mi darà grandi benedizioni per voi.
30  Vi supplico fratelli, per il Signore Gesù Cristo e per quell'amore che avete per me, che viene dallo Spirito Santo, collaborate con me pregando intensamente Dio per me,
31  che io sia protetto dagli increduli della Giudea, e che i santi di Gerusalemme accettino di buon grado le offerte che porto loro.
32  Così, se Dio vorrà, verro da voi pieno di gioia per riposarmi un po' in vostra compagnia.
33  Il nostro Dio, che dona la pace, sia con tutti voi. Possa veramente essere così.
© 2018 ERF Medien