Aiuto

La Parola è Vita

La grazia di Dio su Israele

1 Mi domando, allora: "Dio ha forse respinto il suo popolo, Israele?" No, al contrario! Ricordatevi che anche io sono Israelita, discendente di Abramo, della famiglia di Beniamino.
2  No, Dio non ha rigettato il suo popolo, che aveva conosciuto fin da principio. Ricordate cio che raccontano le Scritture a proposito di Elia? Il profeta pregava a Dio contro Israele, dicendo:
3  "Signore, hanno ucciso i tuoi profeti, hanno distrutto i tuoi altari; io sono rimasto solo e cercano di uccidere anche me!"
4  Ebbene, come rispose il Signore? "[No, tu non sei l'unico rimasto.] Mi sono riservato altri settemila uomini, che non si sono inginocchiati davanti agl'idoli di Baal!"
5  Lo stesso capita oggi. Non tutti i Giudei si sono allontanati da Dio. Ce ne sono alcuni che sono stati salvati per la grazia di Dio che li ha scelti.
6  E se cio è avvenuto per grazia, allora significa che non è stato per merito delle loro buone azioni; perché, in tal caso, il dono gratuito della grazia non sarebbe più gratuito.
7  Questa è dunque la situazione: la maggior parte degli Ebrei non ha incontrato il favore di Dio che cercava con tanto zelo. L'ha ottenuto, invece, una minoranza: quelli che Dio stesso ha scelto. Gli altri sono stati resi insensibili.
8  A cio si riferiscono le Scritture, quando dicono: "Dio li ha resi incapaci di capire. Ha chiuso loro gli occhi e le orecchie, affinché non comprendano. E così è stato fino al giorno d'oggi".
9  Anche il re Davide si riferiva alla stessa cosa, quando disse: "Che i loro banchetti siano per loro una trappola e una rete! Che ricadano su di loro come la punizione che si meritano.
10  Che i loro occhi siano annebbiati, perché non possano vedere, e le loro schiene continuamente piegate!"
11  Questo significa forse che Dio ha respinto per sempre il suo popolo? Certamente no! Ma con il loro peccato egli ha offerto la salvezza agli altri popoli, perché i Giudei, ingelositi, cominciassero a desiderarla per sé.
12  Ora, se il mondo intero ha avuto il beneficio della salvezza quando i Giudei peccarono e la respinsero, pensate quanto più grande ancora sarà la benedizione che il mondo riceverà in futuro quando le promesse fatte ad Israele saranno adempiute!
13  Mi rivolgo a voi che non siete Ebrei, perché è a voi che Dio mi ha inviato come apostolo, incarico che cerco di onorare.
14  Spero di rendere i miei connazionali gelosi [di cio che voi possedete] e in questo modo di salvarne alcuni.
15  Perché se il fatto che loro fossero respinti da Dio ha permesso la riconciliazione del mondo, che sarà allora quando Dio li accoglierà di nuovo? Sarà proprio come se dei morti tornassero in vita!
16  Se la parte della pasta offerta come primizia a Dio è santa, così lo sarà anche tutto il resto; se le radici dell'albero sono sante, lo saranno anche i rami.
17  Ma se alcuni rami dell'albero sono stati tagliati via, e tu che vieni da un ulivo selvatico, sei stato innestato al loro posto per assorbire anche tu la linfa, che viene dalla radice dell'albero d'ulivo,
18  non ti devi vantare di essere superiore ai rami tagliati. Non ti puoi vantare in alcun modo, perché non sei tu che porti la radice, ma è la radice che porta te.
19  "Pero", potresti rispondere: "Quei rami sono stati tagliati per fare posto a me".
20  È vero! Ma quei rami [ebrei] furono tagliati, perché non credevano, e tu rimani ancora attaccato soltanto perché hai fede. Percio non siate orgogliosi, ma umili e attenti,
21  perché se Dio non ha risparmiato i rami naturali, non risparmierà neppure voi.
22  Vedi, dunque, che Dio è allo stesso tempo tenero e severo: duro verso quelli che disubbidiscono, ma misericordioso verso di te, se continui ad amarlo e a confidare in lui. Se non lo fai, pero, sarai tagliato via anche tu.
23  Per quanto riguarda i Giudei, se cesseranno di essere increduli saranno innestati di nuovo nell'albero, perché Dio ha il potere di farlo.
24  Infatti, se Dio ha voluto accogliere te che facevi parte di un ulivo selvatico, privo della natura dell'ulivo domestico, e ti ha innestato nel suo albero buono, tanto più sarà pronto ad innestare di nuovo nel proprio albero gli Ebrei.

La grazia di Dio su tutti

25  Fratelli, io non voglio lasciarvi ignoranti riguardo questo progetto che Dio, prima aveva tenuto nascosto, ma ora ha rivelato perché non diventiate presuntuosi. È vero che una parte dei Giudei si è indurita contro il Vangelo, ma questa situazione durerà soltanto fino a quando tutto il numero stabilito degli altri popoli non sarà convertito a Cristo.
26  Dopo di che, tutto Israele sarà salvato, come sta scritto: "Da Sion verrà un liberatore e toglierà la malvagità dei Giudei.
27  Questo sarà il mio patto con loro quando io tolgo i loro peccati".
28  Per quanto riguarda il Vangelo gli Ebrei sono nemici per causa vostra , ma d'altra parte, ma quanto alla scelta di Dio, sono amati, grazie ai patriarchi.
29  Perché Dio non si pentirà dei doni che ha dato né alle persone che ha scelto.
30  Un tempo voi eravate ribelli contro Dio, ma quando gli Ebrei hanno rifiutato i suoi doni, il Signore ha dimostrato a voi la sua misericordia.
31  Ora sono i Giudei ad essere ribelli, ma la misericordia che avete ricevuto voi permetterà che anche loro la ricevano.
32  Infatti Dio ha incluso tutti quanti nel numero dei peccatori per poter estendere a tutti quanti la sua misericordia.
33  Quanto è profonda la ricchezza, la saggezza e la sapienza di Dio! Le sue decisioni sono al di là della nostra comprensione: non sappiamo neppure cercare le sue vie.
34  Infatti: "Chi puo mai conoscere il pensiero del Signore o essere suo consigliere?
35  Chi gli ha mai dato qualcosa per primo, per ricevere un favore in cambio?"
36  Perché tutto viene da Dio. Tutto esiste per la sua potenza e tutto cio che esiste è suo. A lui sia la gloria per sempre! Amen!
© 2018 ERF Medien