Aiuto

La Parola è Vita

1 "Non giudicate gli altri, e non sarete neanche voi giudicati.
2 Perché lo stesso criterio che voi usate per giudicare gli altri sarà usato con voi.
3 Perché guardi il bruscolo nell'occhio del tuo fratello, e non ti accorgi che nel tuo c'è addirittura una trave?
4 Come puoi dire: "Amico, lascia che ti tolga quel bruscolo dall'occhio" quando nell'occhio tuo hai una trave?
5 Ipocrita! Togli prima cio che hai nel tuo occhio e solo allora vedrai abbastanza bene da poter togliere la scheggia dall'occhio di tuo fratello!
6 "Non date ai cani cio che è santo, e non gettate le vostre perle ai maiali, che le calpesteranno e poi si rivolteranno contro di voi per sbranarvi!
7 "Chiedete e vi sarà dato. Cercate e troverete. Bussate, e la porta vi sarà aperta.
8 Perché chi chiede riceve, chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
9 "Chi di voi darebbe una pietra a suo figlio che gli chiede del pane?
10 Chi gli darebbe un serpente, se chiede un pesce?
11 Allora, se voi che siete peccatori, sapete dare delle cose buone ai vostri figli, tanto più il Padre vostro dal cielo saprà dare buone cose a chi gliele chiede.
12 Quindi, fate agli altri cio che volete che gli altri facciano a voi, perché questo è l'insegnamento della legge e dei profeti.

La via per il cielo

13 "Entrate per la porta stretta, perché la strada che porta alla perdizione eterna è molto larga e sono molti quelli che vi entrano.
14 Mentre invece la porta che conduce alla vita è piccola e la via stretta. Infatti, soltanto pochi la trovano.
15 "State attenti ai falsi maestri che si presentano vestiti da pecorelle, ma che in realtà sono lupi rapaci.
16 Li riconoscerete dai loro frutti. Si puo raccogliere uva dai rovi, o fichi dalle spine?
17 Così, ogni albero buono dà frutti buoni, mentre l'albero cattivo dà frutti cattivi.
18 Un albero buono non puo dare frutti cattivi, né uno cattivo puo dare frutti buoni.
19 Ogni albero che non dà buoni frutti si taglia e si butta nel fuoco.
20 Li riconoscerete dunque dai loro frutti.
21 "Non tutti quelli che mi chiamano Signore entreranno nel Regno dei cieli, ma vi entrerà chi ubbidisce al Padre mio che è in cielo.
22 In quel giorno molti mi diranno: "Signore, abbiamo profetizzato nel tuo nome e l'abbiamo invocato per cacciare i demoni e compiere molti altri miracoli!"
23 Ma io gli rispondero: "Io non vi ho mai conosciuti. Andatevene, perché le vostre azioni sono malvagie!"
24 "Tutti quelli che ascoltano queste mie parole e le mettono in pratica sono saggi, come un uomo che costruisce la propria casa sulla roccia.
25 Quando pioverà a dirotto, i fiumi s'ingrosseranno ed i venti di bufera la investiranno; questa casa non cadrà, perché ha le fondamenta sulla roccia.
26 "Ma tutti quelli che ascoltano i miei insegnamenti e non li mettono in pratica sono degli sciocchi, come un uomo che costruisce la propria casa sulla sabbia,
27 perché quando le piogge, l'inondazione e i venti di bufera s'abbatteranno su questa casa, essa crollerà, completamente distrutta".
28 Quando Gesù ebbe finito di parlare, la folla resto meravigliata dai suoi insegnamenti,
29 perché egli insegnava come uno che aveva autorità, e non come i dottori della legge.
© 2017 ERF Medien