Aiuto

La Parola è Vita

1 "Il Regno dei cieli puo essere illustrato dalla storia di dieci damigelle d'onore, che presero le loro lampade ad olio per andare incontro allo sposo.
2-4 Soltanto cinque di loro, pero, furono abbastanza sagge da portare con sé una riserva d'olio; le altre cinque, sprovvedute quali erano, non la portarono.
5 Mentre aspettavano, siccome lo sposo tardava a venire, furono prese dal sonno e si addormentarono.
6 "A mezzanotte furono svegliate da un grido: "Sta arrivando lo sposo! Uscite ad incontrarlo!"
7 "Tutte le ragazze balzarono in piedi e regolarono le proprie lampade.
8 Le sprovvedute, non avendo più olio, ne chiesero alle sagge: "Dateci dell'olio vostro perché le nostre lampade si stanno spegnendo!"
9 "Ma le altre risposero: "Ne abbiamo appena per noi. Andate a comprarne da chi lo vende!"
10 "Ma mentre quelle erano fuori in cerca di olio, arrivo lo sposo: le damigelle già pronte, entrarono con lui alla festa di nozze, e la porta fu chiusa.
11 "Più tardi tornarono le altre cinque, e si misero a gridare: "Signore, aprici la porta!"
12 "Ma lo sposo rispose: "Io veramente non so neppure chi siete!"
13 "Siate pronti, dunque, perché non sapete né il giorno, né l'ora".

Parabola degli investimenti

14 "Ecco un altro esempio: Un uomo, partendo per un altro paese, riunì i suoi servi e a loro affido i suoi beni.
15 Ad uno diede da amministrare una somma pari a cinquanta milioni di lire, ad un altro venti milioni e all'ultimo dieci milioni, in proporzione alle loro capacità. Poi partì per il suo viaggio.
16 Quello che aveva ricevuto la somma maggiore si mise subito all'opera, comprando e vendendo, e ben presto raddoppio cio che aveva ricevuto.
17 Anche il secondo riuscì a raddoppiare la somma.
18 Quello che aveva ricevuto di meno, invece, scavo una buca e vi nascose il denaro del suo padrone.
19 "Dopo molto tempo, il padrone torno dal suo viaggio e chiese conto ai servitori del suo denaro.
20 Quello a cui aveva affidato la somma maggiore gliene riporto il doppio.
21 "Il padrone lo lodo: "Bene, tu sei un servo buono e fedele! Sei stato leale in questa piccola responsabilità, percio ti affidero dei compiti molto più grandi. Prendi parte alla gioia del tuo Signore!"
22 "Poi venne il secondo: "Signore, mi hai dato questa somma da investire, ed io l'ho raddoppiata!"
23 "Ben fatto!" disse il padrone. "Sei un servo bravo e fidato. Sei stato fedele in questa piccola somma, percio ti affidero cose ben più importanti! Vieni a prendere parte alla gioia del tuo Signore!"
24 "Infine, si presento quel servo che aveva ricevuto la somma più bassa: "Sapendo che sei esigente, e che mieti anche dove non hai seminato e raccogli dove non hai trebbiato,
25 ho avuto paura ed ho nascosto il tuo denaro in una buca. Ecco cio che è tuo!"
26 "Ma il padrone rispose: "Furfante e pigro che non sei altro! Dato che sapevi che sono esigente,
27 avresti almeno potuto mettere il mio denaro in banca, così ne avrei avuto anche gl'interessi!
28 "Togliete i soldi a questo servo, e dateli a quello che ha la somma maggiore.
29 Chi fa buon uso del molto che gli viene dato, riceverà ancor di più, tanto che possiederà in abbondanza, mentre a chi non ne farà buon uso sarà tolto perfino quel poco che gli è stato affidato.
30 E gettate questo servo inutile fuori, nelle tenebre, dove piangerà, digrignando i denti".

Il giudizio

31 "Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti gli angeli, allora siederà sul suo trono di gloria.
32 E tutte le nazioni saranno convocate davanti a lui. Separerà le persone come un pastore separa le pecore dalle capre,
33 e metterà le pecore alla sua destra e le capre alla sua sinistra.
34 "Poi il Re dirà a quelli della sua destra: "Venite, benedetti da mio Padre, entrate nel Regno preparato per voi fin dall'inizio del mondo.
35 Perché avevo fame, e voi mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dato dell'acqua, ero straniero e mi avete ospitato nella vostra casa,
36 ero nudo e mi avete dato dei vestiti, ero malato ed in prigione e siete venuti a trovarmi!"
37 "Queste persone giuste risponderanno: "Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare? O assetato e ti abbiamo dato da bere?
38 Quando mai eri straniero e ti abbiamo aiutato? O eri nudo e ti abbiamo dato degli abiti?
39 E quando mai ti abbiamo visto ammalato o in prigione e siamo venuti a trovarti?"
40 "Ed il Re risponderà loro: "Quando lo avete fatto anche per l'ultimo di questi miei fratelli, lo avete fatto per me!"
41 "Poi dirà ai malvagi alla sua sinistra: "Andatevene, maledetti, nel fuoco eterno preparato per il diavolo e per i suoi angeli;
42 perché avevo fame e non mi avete dato da mangiare, avevo sete e non mi avete dato da bere,
43 ero straniero e non mi avete dato ospitalità, ero nudo e non mi avete dato dei vestiti, ero malato e in prigione e non siete mai venuti a farmi visita!"
44 "Allora quelli risponderanno: "Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato, straniero o nudo, malato o in prigione, e non ti abbiamo aiutato?"
45 "Ed egli risponderà: "Tutto quello che non avete fatto per aiutare anche l'ultimo di questi miei fratelli, non l'avete fatto neanche per me!"
46 "E questi se ne andranno nella punizione eterna, mentre i giusti entreranno nella vita eterna".
© 2018 ERF Medien