Aiuto

La Parola è Vita

1 Poi Gesù riunì i dodici discepoli, e diede loro il potere di cacciare gli spiriti maligni e di guarire ogni tipo di malattia e d'infermità.
2 Ecco i nomi dei suoi dodici apostoli: Simone, chiamato anche Pietro, e suo fratello, Andrea, Giacomo, figlio di Zebedeo, e suo fratello Giovanni,
3 Filippo, Bartolomeo, Tommaso, Matteo, l'esattore delle tasse; Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo,
4 Simone, il Cananeo, e Giuda Iscariota (quello che poi lo tradì).

Ordini per i discepoli

5 Gesù li mando in giro con queste istruzioni: "Non andate dagli stranieri e neppure nelle città dei Samaritani,
6 ma, piuttosto, dalle pecore perdute d'Israele.
7 "Andate e annunciate loro che il Regno dei cieli è vicino.
8 Guarite i malati, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi e cacciate i demoni. Date gratuitamente, così come avete ricevuto!
9 "Non prendete denaro con voi,
10 e neanche una borsa da viaggio, né vestiti né scarpe di ricambio, e nemmeno un bastone, perché l'operaio è degno del suo nutrimento.
11 "Quando arrivate in una città o in un villaggio, cercatevi un uomo degno e restate ospiti in casa sua, finché non dovrete ripartire.
12 "Entrando in casa, salutate.
13 Se quella casa ne è degna, datele la vostra pace; altrimenti non fatelo.
14 Se qualcuno non vi accoglie e non ascolta le vostre parole, partendo da quella casa o da quella città, scuotetevi la polvere dai piedi.
15 Vi assicuro che, nel giorno del giudizio, le malvagie città di Sodoma e Gomorra saranno trattate meglio di loro.
16 "Io vi mando come pecore in mezzo ai lupi! Siate prudenti come serpenti e innocenti come colombe.
17 Ma fate attenzione! Perché gli uomini vi trascineranno davanti ai tribunali e vi flagelleranno nelle sinagoghe.
18 Per amor mio, dovrete subire processi davanti a governatori e a re; in tal modo, pero, avrete occasione di essere miei testimoni davanti al mondo.
19 Quando sarete traditi e arrestati, non preoccupatevi di cio che dovrete dire o di come dirlo, perché sarete guidati a dire le parole giuste nel momento giusto.
20 Non sarete voi a parlare, sarà lo Spirito del Padre vostro a parlare attraverso di voi!
21 "Il fratello tradirà a morte il fratello e il padre tradirà i propri figli e i figli si ribelleranno ai genitori causando la loro morte.
22 Tutti vi odieranno, perché appartenete a me. Ma chi persevererà fino alla fine sarà salvato.
23 "Quando sarete perseguitati in una città, fuggite in un'altra, il Figlio dell'uomo ritornerà prima che siate passati per tutte le città d'Israele!
24 Un discepolo non è superiore al suo maestro, né un servo è più importante del suo padrone.
25 Al discepolo deve bastare di diventare come il suo maestro e al servo di essere come il suo padrone. Quindi se io, che sono il padrone, sono stato chiamato Satana, per voi che fate parte della mia famiglia useranno nomi anche peggiori.
26 "Ma non temete quelli che vi minacciano, perché si avvicina il momento in cui la verità sarà rivelata e le cose segrete diverranno di dominio pubblico.
27 "Cio che ora vi dico di nascosto, proclamatelo apertamente; cio che vi sussurro all'orecchio, gridatelo dai tetti!
28 "Non abbiate paura di quelli che possono uccidere soltanto il vostro corpo, ma non possono toccare la vostra anima! Temete soltanto colui che puo far perire entrambi, sia l'anima che il corpo, all'inferno.
29 Due passeri non si vendono forse per un soldo? Non ne cade uno a terra senza che il Padre vostro lo sappia.
30 E per quanto riguarda voi, perfino i vostri capelli sono tutti contati.
31 Percio non temete! Voi valete molto più dei passeri.
32 "Chiunque mi riconoscerà pubblicamente, sarà riconosciuto da me davanti al Padre mio che è in cielo.
33 Ma chi mi rinnegherà pubblicamente, anche io lo rinneghero apertamente davanti al Padre mio che è in cielo.
34 "Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra. No, una spada piuttosto!
35 Sono venuto a mettere il figlio contro suo padre, la figlia contro sua madre, e la nuora contro la suocera.
36 I nemici dell'uomo saranno quelli di casa sua!
37 Perché, se amate vostro padre e vostra madre più di me, non siete degni di me; se amate vostro figlio o vostra figlia più di me, non siete degni di appartenermi.
38 Chi non prende la sua croce e mi segue, non è degno di appartenermi.
39 "Chi terrà stretta la propria vita, la perderà; ma chi l'avrà data a me, la ritroverà.
40 "Quelli che vi accolgono, accolgono me, e chi accoglie me accoglie il Padre che mi ha mandato.
41 Chi accoglie un profeta perché è un uomo di Dio, riceverà la stessa ricompensa che è riservata al profeta. E chi accoglie un uomo giusto proprio perché ha questa qualità, riceverà la sua stessa ricompensa.
42 E chiunque avrà dato anche soltanto un bicchiere d'acqua fresca ad uno di questi piccoli, perché è un mio discepolo, vi assicuro che non potrà perdere la sua ricompensa".
© 2017 ERF Medien