Aiuto

La Parola è Vita

Il divorzio

1 Poi, Gesù partì [da Cafàrnao] e si diresse verso sud, entrando nella Giudea e passando oltre il fiume Giordano. Ancora una volta attorno a lui si era radunata una gran folla. E, come al solito, Gesù insegnava.
2 Alcuni Farisei, cercando di tendergli una trappola, vennero a chiedergli: "Secondo te, è lecito il divorzio?"
3 "Che cosa disse in proposito Mosè?", chiese loro Gesù.
4 "Disse che si poteva concedere", risposero. "Mosè permetteva all'uomo di scrivere una lettera di ripudio per mandare via la propria moglie".
5 Allora Gesù disse: "Quella fu una concessione al vostro cuore duro,
6 ma fin dalla creazione, Dio fece il maschio e la femmina;
7 percio l'uomo deve lasciare suo padre e sua madre,
8 per unirsi alla moglie in una unione così profonda che non saranno più due, ma una cosa sola.
9 Percio l'uomo non deve separare cio che Dio ha unito".
10 Più tardi, Gesù era rimasto in casa con i discepoli, e quelli gli proposero di nuovo l'argomento.
11 Gesù disse: "Se un uomo divorzia da sua moglie, e sposa un'altra donna, commette adulterio contro di lei.
12 E se una moglie divorzia da suo marito e si risposa, anche lei commette adulterio".

Gesù benedice i bambini

13 Alcuni condussero a Gesù dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli sgridavano quelli che li portavano.
14 Quando Gesù se ne accorse, s'indigno con i discepoli e disse: "Lasciate che i bambini vengano da me, non li ostacolate perché il Regno di Dio è per quelli che sono come loro.
15 Anzi, vi dico che chi non riceve il Regno di Dio come lo riceve un bambino, non potrà entrarvi!".
16 Poi prese dei bambini fra le braccia, poso le mani su di loro e li benedisse.

Il giovane ricco

17 Mentre se ne stava andando, arrivo un uomo correndo, s'inginocchio davanti a lui e gli chiese: "Buon Maestro, che cosa devo fare per avere la vita eterna?"
18 "Perché mi chiami "buono?" chiese Gesù. "Solo Dio è veramente buono.
19 Tu conosci i comandamenti: Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non dire il falso contro nessuno, non ingannare, rispetta tuo padre e tua madre".
20 "Signore, da quando ero ragazzo ho osservato tutti questi comandamenti!" rispose l'uomo.
21 Gesù, guardandolo, lo amo e gli disse: "Ti manca solo una cosa: vai e vendi tutto cio che hai, dai il denaro ai poveri, ed avrai un tesoro nel cielo. Poi vieni e seguimi".
22 L'uomo, addolorato, se ne ando via tristemente, perché era molto ricco.
23 Gesù, guardandosi attorno, disse ai discepoli: "Quanto è difficile per un ricco entrare nel Regno di Dio!"
24 Questa affermazione li lascio stupiti. Poi Gesù aggiunse: "È davvero difficile entrare nel Regno di Dio!
25 È più facile per un cammello passare per la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel Regno di Dio!"
26 I discepoli erano rimasti meravigliati, e cominciarono a chiedersi fra loro: "Ma allora chi potrà mai essere salvato?"
27 Gesù li guardo attentamente, poi disse: "Per gli uomini è impossibile, ma per Dio non lo è perché a Dio tutto è possibile".
28 Allora Pietro si mise a dire: "Noi abbiamo abbandonato tutto per seguirti!"
29 Gesù rispose: "Ebbene, io vi assicuro che nessuno ha mai rinunciato a casa, fratelli, sorelle, madre, padre, figli o proprietà per amor mio e per il Vangelo,
30 senza ricevere un compenso cento volte maggiore in case, fratelli, sorelle, madri, figli e terre... insieme pero alle persecuzioni! Nel mondo che verrà, poi, riceverà la vita eterna.
31 Ma molti che sembrano essere importanti adesso, saranno gli ultimi, e molti che sono gli ultimi ora, saranno i primi".

Chi avrà il primo posto?

32 Gesù s'incammino sulla via di Gerusalemme alla testa dei discepoli, che erano turbati; e il gruppo che li seguiva era intimorito. Prendendo i dodici in disparte, Gesù spiego loro cio che gli doveva accadere.
33 "Stiamo andando a Gerusalemme", disse loro, "ed il Figlio dell'uomo sarà tradito e consegnato ai sommi sacerdoti e ai dottori della legge, che lo condanneranno a morte. Poi lo consegneranno ai pagani,
34 che lo derideranno e lo sputeranno addosso, lo frusteranno e lo uccideranno; ma dopo tre giorni risusciterà!"
35 Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, si avvicinarono a Gesù e gli dissero: "Maestro, possiamo chiederti un favore?"
36 "Di che si tratta?" domando Gesù.
37 "Quando sarai nella tua gloria, vorremmo sedere vicino a te, uno alla tua destra e l'altro alla tua sinistra!"
38 Ma Gesù rispose: "Voi non vi rendete conto di cio che state chiedendo! Credete di poter bere quel calice che berro io? O pensate di poter ricevere quel battesimo col quale io devo essere battezzato?"
39 Essi risposero: "Sì, ne siamo capaci!" Allora Gesù disse: "Certamente anche voi berrete il mio calice e sarete battezzati col mio battesimo,
40 ma non sta a me darvi i posti vicini al mio, perché sono già stati assegnati".
41 Quando gli altri dieci sentirono cio che Giacomo e Giovanni avevano chiesto, ne furono molto indignati.
42 Allora Gesù li chiamo e disse loro: "Come sapete, fra i pagani i re e i grandi uomini comandano il popolo con pugno di ferro,
43 ma fra di voi deve essere diverso. Anzi, chi vuole essere grande fra voi, deve essere il servo degli altri.
44 E se uno vuole essere il primo, deve servire come uno schiavo,
45 perché anche il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire e per dare la sua vita in riscatto per molti!"

Chi avrà il primo posto?

46 Poi giunsero a Gerico e, mentre usciva dalla città con i suoi discepoli, una gran folla si mise a seguirli. Un mendicante cieco, di nome Bartimèo, figlio di Timèo, stava seduto lungo la strada e chiedeva l'elemosina.
47 Quando Bartimèo sentì dire che Gesù di Nazaret stava per passare di là, comincio a gridare: "Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!"
48 Molte persone si misero a sgridarlo, perché stesse zitto, ma il cieco gridava sempre più forte: "Figlio di Davide, abbi pietà di me!"
49 Gesù si fermo e disse: "Ditegli di venire qui!" Allora andarono a chiamare il cieco e gli dissero: "Coraggio, alzati, che ti chiama!"
50 Bartimèo getto da parte il mantello, balzo in piedi e ando incontro a Gesù.
51 "Che vuoi che faccia per te?" gli domando Gesù. "Maestro", disse il cieco, "fa' che io recuperi la vista!"
52 E Gesù gli disse: "Puoi andare, la tua fede ti ha guarito!"
53 In quell'istante recupero la vista e seguì Gesù per la via!
© 2018 ERF Medien