Aiuto

La Parola è Vita

La missionedei dodici apostoli

1 Gesù riunì i suoi dodici apostoli e diede loro la potenza e l'autorità su tutti i demoni, e di guarire le malattie.
2 Poi li mando in giro a proclamare il Regno di Dio ed a guarire i malati.
3 "Non portate niente con voi per il viaggio, neppure un bastone", furono le istruzioni di Gesù, "né valigia, né cibo e nemmeno denaro. Non portate abiti di ricambio.
4 E fatevi ospitare in una sola casa per ogni villaggio.
5 Se, quando predicate in una città, la gente non vi riceve, voltatele le spalle e andatevene. Mentre ve ne andate, scuotetevi la polvere dai piedi come una testimonianza contro di loro".
6 Allora partirono e fecero il loro giro per i villaggi, predicando il Vangelo e guarendo i malati dovunque andavano.
7 Il re Erode venne a sapere di tutto questo e comincio a preoccuparsi, perché alcuni dicevano: "Questo è Giovanni Battista risuscitato!"
8 Altri invece dicevano: "È Elia o qualche altro antico profeta risorto dai morti!"
9 Ma Erode disse: "Io stesso ho fatto decapitare Giovanni, percio, chi puo mai essere quest'uomo di cui sento dire tutte queste cose?" E cerco di vedere Gesù.

Gesù sfamacinquemila persone

10 Tornati dal loro giro, gli apostoli riferirono a Gesù cio che avevano fatto. Allora Gesù si allontano con loro, di nascosto, verso la città di Betsàida.
11 Ma la folla lo scoprì e lo seguì. Gesù li accolse, parlando loro del Regno di Dio e guarendo gli infermi.
12 Nel tardo pomeriggio, i dodici discepoli si avvicinarono a Gesù e gli dissero: "Manda questa gente nei villaggi e nelle fattorie vicine a cercare cibo e alloggio per la notte, perché questo è un posto deserto!"
13 Gesù rispose: "Pensateci voi a dar loro da mangiare!"E come? Fra tutti noi non abbiamo che cinque pani e due pesci, se non andiamo a comprare cibo per tutta questa gente!"
14 Perché c'erano circa cinquemila uomini.Allora Gesù ordino ai discepoli di far sedere la gente a terra, a gruppi di circa cinquanta persone.
15 Così fecero.
16 Poi prese i cinque pani e i due pesci e, alzando gli occhi al cielo, li benedì, li spezzo e li diede ai discepoli perché li distribuissero alla folla.
17 Tutti mangiarono e si saziarono e alla fine si raccolsero ben dodici ceste dei pezzi che gli erano avanzati!

Tu sei il Cristo

18 Più tardi, essendosi Gesù ritirato a pregare solo con i discepoli, domando loro: "Chi dice la gente che io sia?"
19 "Alcuni dicono che sei Giovanni Battista", gli risposero "altri che sei Elia o uno degli antichi profeti risuscitati".
20 Poi chiese loro: "E secondo voi, chi sono?"Fu Pietro a rispondere: "Tu sei il Cristo di Dio!"
21 Allora Gesù ordino loro severamente: "Non dite questo a nessuno,
22 perché il Figlio dell'uomo dovrà soffrire molte cose, sarà respinto dagli anziani, dai capi sacerdoti e dai dottori della legge. Poi sarà ucciso, ma dopo tre giorni risusciterà!"
23 Quindi, rivolto a tutti loro, aggiunse: "Chi vuole seguirmi smetta di pensare a se stesso, prenda la propria croce ogni giorno e mi segua!
24 Perché chi vorrà salvare la propria vita la perderà, ma chi perde la sua vita per amor mio la salverà.
25 E che vantaggio ne avrebbe l'uomo se guadagnasse tutto il mondo per poi perdere sé stesso?
26 Perché se qualcuno ha vergogna di me e del mio messaggio, il Figlio dell'uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella sua gloria e in quella di suo Padre e dei santi angeli.
27 Ma è anche vero che alcuni di voi qui presenti non moriranno, finché non avranno visto il Regno di Dio".

Gesù nella sua gloria

28 Circa una settimana dopo aver detto queste cose, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e salì con loro sulla collina a pregare.
29 Mentre pregava il suo viso cambio d'aspetto e i suoi abiti divennero di un bianco abbagliante e luminoso.
30 Ed ecco che ad un tratto apparvero due uomini che parlavano con lui: erano Mosè ed Elia, ed
31 il loro aspetto era splendente e glorioso. Parlavano con Gesù della sua partenza che avrebbe compiuto a Gerusalemme.
32 Pietro e gli altri, intanto, erano stati presi dalla sonnolenza, ma svegliandosi, videro la gloria di Gesù e i due uomini che stavano con lui.
33 Mentre Mosè ed Elia stavano andando via, Pietro, tutto confuso e senza rendersi conto di cio che stava dicendo, esclamo: "Maestro, com'è bello stare qui! Facciamo tre tende: una per te, una per Mosè ed una per Elia!"
34 Stava ancora parlando, che si formo una nube sopra di loro, e i discepoli furono presi da grande paura quando la nuvola li avvolse.
35 Poi una voce dalla nuvola disse: "Questo è mio Figlio, colui che é stato scelto, ascoltatelo!"
36 Appena finita la voce, Gesù fu di nuovo solo con i suoi discepoli. Ed essi in quel periodo non riferirono a nessuno cio che avevano visto.
37 Il giorno dopo, mentre scendevano dalla collina, una gran folla ando incontro a Gesù.
38 Ad un tratto, un uomo tra la gente gli grido: "Maestro, ti prego, vieni a vedere mio figlio, è l'unico che ho.
39 Un demone lo prende, egli urla e quello gli fa venire delle convulsioni tali da avere la bava alla bocca. Lo colpisce continuamente e non lo lascia quasi mai in pace.
40 Ho pregato i tuoi discepoli di cacciarlo, ma non ci sono riusciti!"
41 "Razza malvagia e senza fede!" esclamo Gesù, "Per quanto ancora dovro stare qui a sopportarvi? Portami qui tuo figlio!"
42 Mentre il ragazzo si avvicinava, il demone lo scaravento a terra con violente convulsioni. Ma Gesù sgrido il demone, guarì il ragazzo e lo rese a suo padre,
43 mentre la gente rimaneva stupita dalla grandezza di Dio. Nel frattempo, mentre tutti si meravigliavano per tutto cio che Gesù faceva, egli disse ai discepoli:
44 "Ascoltate bene, e ricordate cio che vi dico: Il Figlio dell'uomo sta per essere tradito e arrestato dagli uomini!"
45 I discepoli pero non capivano quelle parole, che rimanevano misteriose, ma non avevano il coraggio di chiedergli una spiegazione.
46 Fra i discepoli nacque poi una discussione su chi di loro fosse il più grande.
47 Gesù, che conosceva i loro pensieri, prese un bambino e, tenendolo vicino,
48 disse loro: "Chi accoglie per amore mio un bambino come questo, accoglie me. E chi accoglie me, accoglie Dio che mi ha mandato. Chi occupa la posizione più umile fra di voi, quello è grande.".
49 Giovanni, suo discepolo, si avvicino e gli disse: "Maestro, abbiamo visto uno che si serviva del tuo nome per cacciare i demoni e noi glielo abbiamo vietato, perché non ti segue con noi!"
50 Gesù rispose: "Non aveste dovuto farlo, perché chi non è contro di voi è per voi".
51 Poiché si avvicinava il tempo del suo ritorno in cielo, Gesù si mise risolutamente in cammino verso Gerusalemme
52 e mando avanti alcuni messaggeri in un villaggio della Samaria perché gli preparassero un alloggio.
53 La gente del villaggio, pero, non lo ricevette perché era diretto a Gerusalemme.
54 Vedendo cio, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero a Gesù: "Maestro, vuoi che ordiniamo che scenda un fuoco dal cielo che li bruci tutti?"
55 Ma Gesù, si volto verso di loro e li rimprovero.
56 Poi si diressero verso un altro villaggio.
57 Strada facendo, un tale disse a Gesù: "Ti seguiro dovunque andrai!"
58 Ma Gesù gli rispose: "Le volpi hanno le tane e gli uccelli i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha neppure un cuscino dove poggiare il capo!"
59 Ad un altro Gesù disse: "Seguimi!" Ma egli rispose: "Permettimi prima di seppellire mio padre".
60 Gesù rispose: "Lascia che siano i morti a seppellire i loro morti, ma tu vai ad annunciare il Regno di Dio!"
61 Un altro disse a Gesù: "Signore, ti seguiro, ma prima lascia che vada a salutare quelli di casa mia".
62 Gesù gli disse: "Nessuno che mette mano all'aratro e poi guarda indietro è adatto al Regno di Dio".
© 2018 ERF Medien