Aiuto

La Parola è Vita

Due miracoli straordinari

1 Quando Gesù ebbe finito di parlare alla gente, torno nella città di Cafàrnao.
2 Un centurione romano, là aveva un servo molto stimato che era molto ammalato e stava per morire.
3 Quando il centurione sentì parlare di Gesù, mando alcuni anziani giudei a chiedergli di venire a guarire il suo servo.
4 Essi cominciarono a pregare Gesù con insistenza: "Se c'è qualcuno che merita il tuo aiuto" dicevano, "è proprio lui.
5 Quest'uomo ama la nostra nazione e ci ha perfino fatto costruire la sinagoga!"
6 Gesù ando con loro e stava già per arrivare alla casa, quando il centurione gli mando incontro alcuni amici per dirgli: "Signore, non ti disturbare ad entrare in casa mia, perché non sono degno di tale onore,
7 è per questo che non ho osato venire da te di persona. Di' soltanto una parola e il mio servo guarirà!
8 Lo so perché anch'io ubbidisco ai miei superiori e ho autorità sui miei soldati; se dico ad uno: "Vai!" quello va. E se dico ad un altro "Vieni!" quello viene; e se ordino al mio servo "Fai questo!", egli lo fa".
9 Gesù rimase colpito da queste parole. Rivolgendosi alla folla, disse: "Neppure fra il popolo d'Israele ho trovato una fede come questa!"
10 Quando quelli che erano stati mandati ritornarono a casa, trovarono il servo guarito.
11 Il giorno dopo, Gesù, seguito da una gran folla, ando con i suoi discepoli al villaggio di Nain.
12 Mentre si avvicinava alla porta del villaggio, ecco che stava arrivando un funerale: il morto era l'unico figlio di una vedova, e molte persone della città l'accompagnavano.
13 Quando il Signore la vide, ebbe pietà di lei. "Non piangere", le disse.
14 Poi si avvicino alla bara e la tocco.I portatori si fermarono. "Ragazzo", comando Gesù, "alzati!"
15 Il ragazzo si mise a sedere e comincio a parlare. Così Gesù lo restituì a sua madre.
16 Tutti furono presi da gran timore e si misero a lodare Dio, esclamando: "È sorto fra noi un potente profeta!" E ancora: "Dio è venuto a trovare il suo popolo!"
17 La notizia di questi fatti corse da un estremo all'altro della Giudea, e perfino oltre i suoi confini.

Gesù e Giovanni Battista

18 Quando i discepoli di Giovanni Battista gli riferirono queste cose,
19 egli ne chiamo due che mando a Gesù per chiedergli: "Sei davvero la persona che deve venire o dobbiamo aspettare qualcun altro?"
20-21 I due discepoli trovarono Gesù che stava guarendo molte persone dalle infermità più diverse: i malati, gli afflitti, coloro che avevano spiriti maligni e molti ciechi. Quando gli riferirono le parole di Giovanni,
22 Gesù rispose: "Tornate e raccontategli cio che avete visto e udito: i ciechi acquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono guariti, i sordi odono, i morti risuscitano, e il Vangelo viene proclamato ai poveri.
23 Poi ditegli: "Beato chi non si vergogna di me!"
24-25 Partiti i discepoli di Giovanni, Gesù comincio a parlare di lui alla folla. Quando andaste nel deserto [da Giovanni] che cosa vi aspettavate di vedere? Una canna spinta qua e là dal vento? Oppure pensavate di trovare un uomo vestito di abiti lussuosi? Quelli che vivono nel lusso stanno piuttosto nei palazzi dei re!
26 Allora, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, anzi, egli è ben più di un profeta.
27 È colui a cui si riferiscono le Scritture, quando dicono: "Ecco, io mandero il mio messaggero davanti a te, per prepararti la via!"
28 Fra tutti gli esseri umani non c'è mai stato uno più grande di Giovanni. Tuttavia il più piccolo nel Regno di Dio è più grande di lui!
29 E tutti quelli che stavano ascoltando Gesù, perfino i più malvagi, dichiararono Dio giusto perché erano stati battezzati da Giovanni,
30 ma i Farisei e i maestri della legge di Mosè non avendo voluto farsi battezzare da Giovanni rigettarono il piano di Dio per loro".
31 "A che posso paragonare gli uomini dei nostri tempi?" continuo Gesù. "Come sono?
32 Sono come quei bambini seduti in piazza che gridano ai loro amici: "Vi abbiamo suonato della musica allegra e non avete ballato, abbiamo cantato dei lamenti funebri e non avete pianto".
33 Perché è venuto Giovanni Battista, che spesso digiunava e non beveva vino, voi dicevate: "Egli ha un demone!"
34 Poi è venuto il Figlio dell'uomo, che mangia e beve, e voi dite: "Ma che mangione è quello! E come beve! E che cattive compagnie frequenta!"
35 Ma la saggezza è dimostrata giusta da tutti quanti i suoi figli".

Il Fariseo e la peccatrice

36 Un Fariseo invito Gesù a pranzo a casa sua. Entrato nella casa, Gesù si mise a tavola.
37 Intanto, una donna, una prostituta di quel villaggio, sapendo che egli stava là, vi ando, portando un vaso di alabastro pieno di profumo.
38 Ella stava dietro di lui e, piangendo, comincio a bagnare i suoi piedi di lacrime. Poi li asciugo con i suoi capelli, li bacio, li ribacio e li cosparse di profumo.
39 Quando il Fariseo che lo aveva invitato vide cio che stava accadendo e riconobbe la donna, penso: "Se Gesù fosse veramente un profeta, saprebbe che questa donna è una prostituta!"
40 Gesù, allora, gli disse: "Simone, devo dirti una cosa"."Dimmi allora Maestro", rispose Simone.
41 "Un tale aveva prestato dei soldi a due persone: cinquecento monete d'argento ad uno e cinquanta all'altro.
42 Ma entrambi non poterono restituirglieli, così egli sciolse il loro debito. Secondo te, chi dei due gli sarà stato più riconoscente?"
43 "Immagino quello che gli doveva di più", rispose Simone.Gesù gli disse: "Hai giudicato bene".
44 Poi, voltandosi verso la donna, aggiunse: "Vedi questa donna? Quando sono entrato in casa tua, tu non mi hai dato l'acqua per lavarmi i piedi, mentre lei me li ha lavati con le sue lacrime, e asciugati con i suoi capelli.
45 Tu non mi hai dato il tradizionale bacio di saluto, lei invece, da quando sono entrato non ha smesso di baciarmi i piedi.
46 Tu hai trascurato di ungermi il capo con olio, ma lei mi ha cosparso i piedi di profumo.
47 Percio, i suoi peccati, anche se sono molti, le sono perdonati, perché ha amato molto; mentre a chi è stato perdonato poco, ama poco".
48 Poi, rivolgendosi alla donna, le disse: "I tuoi peccati ti sono perdonati".
49 Allora gli invitati che erano a tavola con lui, cominciarono a dire fra loro: "Chi è quest'uomo che perdona anche i peccati?"
50 Gesù disse alla donna: "La tua fede ti ha salvato. Va' in pace!"
© 2018 ERF Medien