Aiuto

La Parola è Vita

Giovanni inizia la sua missione

1-2 Durante il quindicesimo anno del regno dell'imperatore Tiberio Cesare, un messaggio di Dio giunse a Giovanni, figlio di Zaccaria, mentre viveva nel deserto. (In quel periodo Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode era tetrarca di Galilea, suo fratello Filippo della Iturèa e della Traconìtide, e Lisània di Abilène, sotto i sommi sacerdoti [giudei] Anna e Caiafa).
3 Giovanni si spostava da un posto all'altro, in tutto il territorio intorno alle sponde del fiume Giordano, predicando il battesimo di ravvedimento per ottenere il perdono dei peccati.
4 Si realizzava così cio che aveva scritto il profeta Isaia: "Ecco la voce di uno che grida nel deserto: "Preparate la strada al Signore! Raddrizzate i sentieri davanti a Lui!
5 Le valli saranno riempite, le montagne e colline abbassate, le strade tortuose saranno raddirizzate, quelle scabrose saranno affinate.
6 Allora ogni persona vedrà la salvezza di Dio".
7 Molta gente andava da Giovanni per farsi battezzare, ed egli diceva loro: "Razza di vipere! Chi vi ha avvisato di fuggire dall'ira di Dio che si avvicina?
8 Piuttosto, date prova con i fatti che siete davvero pentiti, e non cominciate a dire: "Noi siamo discendenti di Abramo", perché vi assicuro che Dio puo trasformare questi sassi in figli di Abramo!
9 La scure [del giudizio] è già alzata sopra le radici degli alberi: ogni albero che non dà frutto sarà abbattuto e gettato nel fuoco!".
10 Qualcuno fra la folla gli chiedeva: "Che dobbiamo fare?"
11 Giovanni rispondeva: "Se avete due vestiti, datene uno a chi non ne ha; e chi ha del cibo faccia altrettanto".
12 Persino gli esattori delle tasse [noti per la loro corruzione], andavano da Giovanni per farsi battezzare, e chiedevano: "Maestro, cosa dobbiamo fare?"
13 E Giovanni rispondeva: "Non pretendete tasse superiori a quanto vi è ordinato".
14 "E noi", chiedevano alcuni soldati, "che dici di noi?" E Giovanni: "Non minacciate, né accusate nessuno con false denunce, e accontentatevi della vostra paga!"
15 Intanto tutti aspettavano che il Messia arrivasse presto, ed erano ansiosi di sapere se fosse Giovanni.
16 Ma Giovanni diceva: "Io battezzo con l'acqua, ma verrà qualcuno più potente di me, al quale non sono nemmeno degno di sciogliere i sandali. Egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e con il fuoco.
17 Egli ha in mano la pala per separare la pula dal grano; brucerà la pula nel fuoco eterno e raccoglierà il grano nei suoi granai".
18 Così, con varie esortazioni, Giovanni annunciava al popolo la Buona Notizia.
19 Ma poiché aveva rimproverato Erode, governatore di Galilea, per [aver preso] Erodìade, moglie di suo fratello, e per tutti gli altri mali commessi,
20 Erode lo rinchiuse in prigione, aggiungendo così un altro peccato alle sue innumerevoli colpe.
21 Giovanni aveva battezzato un gran numero di persone e, un giorno, anche Gesù si era fatto battezzare e, mentre era in preghiera, il cielo si era aperto
22 e lo Spirito Santo, sotto forma di colomba, era sceso su di lui. Una voce dal cielo aveva detto: "Tu sei il mio amato Figliuolo di cui sono soddisfatto".
23 Gesù aveva circa trent'anni, quando inizio la sua opera.

I progenitori di Gesù

24 Gesù era conosciuto come figlio di Giuseppe, di Heli, di Matthàt, di Levi, di Melchi, di Jannài, di Giuseppe,
25 di Mattatìa, di Amos, di Naum, di Esli,
26 di Naggài, di Maath, di Mattatìa, di Semèin, di Josech,
27 di Joda, di Joanan, di Rhesa,
28 di Zorobabèle, di Salatiel, di Neri, di Melchi, di Addi, di Cosam, di Elmadàm,
29 di Er, di Gesù, di Eliezer, di Jorim, di Mattàt,
30 di Levi, di Simeone, di Giuda, di Giuseppe, di Jonam,
31 di Eliakim, di Melèa, di Menna, di Mattatha, di Nathàn,
32 di Davide, di Iesse, di Jobed, di Boaz, di Sala,
33 di Naàsson, di Aminadàb, di Admin, di Arni, di Esrom, di Fares,
34 di Giuda, di Giacobbe, di Isacco, di Abramo, di Tara,
35 di Nachor, di Seruk, di Ragau, di Falek, di Eber,
36 di Sala, di Cainam, di Arfacsad, di Sem, di Noè,
37 di Lamech, di Matusalemme, di Enoch, di Jaret, di Malleèl,
38 di Cainam, di Enos, di Set, di Adamo, di Dio.
© 2017 ERF Medien