Aiuto

La Parola è Vita

1 Molti hanno raccontato i fatti accaduti fra di noi,
2 usando come fonte di materiale le informazioni fornite dai primi discepoli e dagli altri che dall'inizio erano testimoni oculari.
3 Tuttavia, caro Teofilo, avendo ricontrollato tutto scrupolosamente, risalendo fino alle origini, è parso bene anche a me scriverti,
4 perché tu sia sicuro della verità di cio che ti hanno insegnato.

L'annuncio della nascita di Giovanni Battista

5 Al tempo in cui Erode era re di Giudea, viveva un certo sacerdote giudeo di nome Zaccaria che faceva parte dell'ordine sacerdotale di Abìa. Sua moglie Elisabetta era, come Zaccaria, della tribù sacerdotale discendente di Aaronne.
6 Zaccaria ed Elisabetta erano persone giuste davanti a Dio, attente ad ubbidire a tutte le leggi del Signore,
7 ma non avevano figli, perché Elisabetta era sterile; inoltre, entrambi erano ormai troppo vecchi.
8 Un giorno, mentre Zaccaria era di turno al tempio e stava facendo il suo servizio davanti a Dio,
9 seguendo le usanze dei sacerdoti, gli tocco in sorte di entrare nel santuario del Signore per bruciare l'incenso.
10 Nel frattempo, mentre si offriva l'incenso, una grande folla stava fuori nel cortile del tempio a pregare.
11 Improvvisamente un angelo apparve alla destra dell'altare dell'incenso.
12 Nel vederlo, Zaccaria ne fu turbato e si spavento,
13 ma l'angelo gli disse: "Non temere, Zaccaria! Dio ha ascoltato la tua preghiera: tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, e tu lo chiamerai Giovanni!
14 La sua nascita ti procurerà grande gioia e felicità, e rallegrerà molti,
15 perché sarà grande davanti al Signore. Non dovrà mai bere vino, né altre bevande alcooliche, sarà pieno di Spirito Santo già prima della nascita,
16 e guiderà molti Israeliti al Signore, loro Dio
17 e lo precederà con lo spirito e la potenza di Elia per volgere i cuori dei padri verso i figli, e porterà i disubbidienti alla saggezza dei giusti perché sia pronto per il Signore un popolo già preparato!".
18 Zaccaria disse all'angelo: "Come posso essere certo di questo? Io sono vecchio ormai, ed anche mia moglie è già avanti negli anni".
19 Allora l'angelo rispose: "Io sono Gabriele e sto alla presenza di Dio; sono stato mandato per parlarti e annunciarti queste cose.
20 Visto pero che non mi hai creduto, diventerai completamente muto: non potrai parlare fino al momento in cui le mie parole si avvereranno".
21 Intanto la folla stava aspettando che Zaccaria tornasse, e si meravigliava che restasse tanto tempo nel tempio.
22 Quando finalmente egli uscì, non potendo più parlare, si accorsero dai suoi gesti che doveva aver avuto una visione.
23 Zaccaria rimase nel tempio i giorni necessari per completare il suo servizio, poi torno a casa.
24 Poco dopo Elisabetta, sua moglie, rimase incinta e non uscì di casa per cinque mesi.
25 "Com'è stato grande il Signore quando mi ha guardato e mi ha tolto il disonore di non avere figli!" esultava Elisabetta.

Promessa della nascita di Gesù

26 Quando Elisabetta fu al sesto mese, Dio mando l'angelo Gabriele a Nazaret, un villaggio della Galilea,
27 ad una vergine, di nome Maria, fidanzata con un certo Giuseppe, discendente del re Davide.
28 Gabriele, entrato, disse: "Ti saluto! Il Signore è con te; egli ti ha dato la sua grazia in abbondanza".
29 Confusa e turbata, Maria cercava di capire che cosa volesse intendere con quel saluto.
30 "Non temere Maria!" le disse l'angelo, "perché tu hai trovato il favore di Dio!
31 Fra poco sarai incinta e partorirai un figlio maschio; lo chiamerai Gesù.
32 Egli sarà grande: sarà chiamato Figlio dell'Altissimo, e il Signore Iddio gli darà il trono del suo antenato Davide.
33 Egli regnerà sulla casa di Giacobbe per sempre: il suo Regno non finirà mai!"
34 Maria allora chiese all'angelo: "Ma come posso avere un bambino? Sono vergine!"
35 L'angelo le rispose: "Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra, percio il bambino che nascerà sarà chiamato: Figlio di Dio.
36 Non è tutto, ecco sei mesi fa tua cugina Elisabetta, che chiamavano "la sterile", è rimasta incinta nonostante l'età,
37 perché nulla è impossibile a Dio!"
38 Maria rispose: "Io sono la serva del Signore. Possa avverarsi ogni cosa che hai detto". Allora l'angelo se ne ando.
39 In quel periodo, Maria si mise in viaggio e raggiunse in fretta un villaggio fra le colline della Giudea.
40 Entrata in casa di Zaccaria, saluto Elisabetta.
41 Non appena Elisabetta udì il saluto di Maria, il suo bimbo fece un balzo dentro il suo ventre, ed ella fu riempita dello Spirito Santo.
42 Gridando di gioia, disse a Maria: "Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il tuo bambino!
43 Quale onore per me: la madre del mio Signore è venuta a farmi visita!
44 Quando mi hai salutata, appena ho udito la tua voce, il mio bambino è balzato dentro di me dalla gioia!
45 Beata te che hai creduto, perché le cose che Dio ha promesso si avvereranno!"
46 Maria rispose: "Sia lodato il Signore.
47 Come gioisco in Dio, mio Salvatore!
48 Egli ha posato il suo sguardo su di me, sua povera serva e da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata,
49 perché colui che è Potente, ha fatto grandi cose per me, santo è il suo nome.
50 Egli rinnova la sua misericordia di generazione in generazione verso coloro che lo temono.
51 Con le sue braccia ha fatto atti potenti, ha disperso gli orgogliosi, i superbi di cuore!
52 Egli ha rovesciato i potenti dai loro troni ed ha elevato gli umili.
53 Ha saziato gli affamati, ed ha allontanato i ricchi a mani vuote.
54 E quanto ha aiutato il suo servo Israele! Si è ricordato d'essere misericordioso,
55 come aveva promesso ai nostri antenati, ad Abramo ed ai suoi discendenti per sempre!"
56 Maria rimase con Elisabetta circa tre mesi, poi torno a casa sua.

Nascita di Giovanni Battista

57 In quel periodo finì l'attesa di Elisabetta, che partorì un figlio.
58 Quando si sparse la notizia, i vicini e i parenti lodarono il Signore per la sua misericordia verso di lei, e tutti ne furono felici.
59 Quando il bambino ebbe otto giorni, i parenti e gli amici si incontrarono per la cerimonia della sua circoncisione. Volevano chiamarlo Zaccaria, come suo padre,
60 ma Elisabetta disse: "No, deve essere chiamato Giovanni!"
61 "Come?" obiettarono gli altri, "non c'è nessuno fra i tuoi parenti con quel nome!"
62 Allora si rivolsero a gesti al padre del bambino per chiedere come voleva che fosse chiamato.
63 Zaccaria chiese una tavoletta per scrivere e, con grande sorpresa di tutti, scrisse: "Il suo nome è Giovanni".
64 In quell'istante Zaccaria riacquisto la parola e comincio a lodare Dio.
65 Tutti i vicini furono presi da timore, e si discuteva l'accaduto per tutte le colline della Giudea.
66 Quelli che venivano a sapere della cosa ci pensavano e ripensavano, chiedendosi: "Chi mai sarà questo bambino?" Infatti, la mano del Signore era sopra di lui.
67 Poi suo padre Zaccaria, ripieno di Spirito Santo, fece questa profezia:
68 "Lodato sia il Signore, Dio d'Israele, perché è venuto a visitare e a riscattare il suo popolo.
69 Egli ha suscitato un potente Salvatore dalla stirpe del suo servo Davide,
70 proprio come aveva sempre promesso per mezzo dei suoi santi profeti.
71 Egli ci salverà dai nostri nemici e da tutti quelli che ci odiano.
72-73 Il Signore è stato misericordioso verso i nostri antenati, verso lo stesso Abramo, ricordandosi del patto e del giuramento che gli fece,
74 e dandoci la gioia di servirlo senza paura, liberati dai nostri nemici,
75 resi santi e giusti, per stare alla sua presenza per sempre.
76 E tu, piccolo figlio mio, sarai chiamato un profeta dell'Altissimo, perché precederai il Signore, per preparargli la via.
77 Tu insegnerai al suo popolo come trovare la salvezza per mezzo del perdono dei peccati
78 grazie alla misericordia del nostro Dio. Egli ci guarderà come il sole che risplende dall'alto,
79 per illuminare quelli che vivono nel buio e nell'ombra della morte; e ci condurrà nella via che porta alla pace".
80 Il bambino intanto cresceva, sia nel fisico che nello spirito. E se ne ando a vivere nel deserto, finché non giunse per lui il momento di apparire pubblicamente in Israele.
© 2017 ERF Medien