Aiuto

La Parola è Vita

La luce nel mondo

1 All'inizio c'era la Parola. La Parola era con Dio ed era Dio.
2 Dall'inizio era con Dio.
3 Ogni cosa venne all'esistenza per mezzo suo e senza di lui non è stato fatto nulla di cio che è stato creato.
4 In lui c'è la vita e questa vita dà luce a tutta l'umanità.
5 La sua luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l'hanno ricevuto.
6 Dio mando un uomo di nome Giovanni [Battista]
7 per testimoniare riguardo questa luce e per dare a tutti la possibilità di credere.
8 Giovanni non era la luce; era soltanto un testimone.
9 Doveva ancora giungere colui che è la vera luce, che illumina ogni essere umano.
10 Benché era nel mondo, che egli stesso aveva creato, quando venne, il mondo non lo riconobbe.
11 Non fu accettato neppure nel proprio paese, fra la sua gente.
12 Ma a tutti quelli che lo hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventare figli di Dio, cioè a coloro che credono in lui.
13 Non diventano figli di Dio per una rinascita fisica, risultante dalla volontà dell'uomo o dalla sua passione, ma sono nati da Dio.
14 La Parola divenne uomo e visse qui fra noi, e noi abbiamo visto la sua gloria, la gloria dell'unico Figlio del Padre pieno di grazia e di verità.

L'Agnello di Dio

15 Giovanni lo presento alla gente, dicendo: "Ecco colui al quale mi riferivo quando dissi: "Dopo di me, arriverà un uomo più importante di me, perché esisteva già prima di me!""
16 Dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto, una benedizione dopo l'altra.
17 Infatti, la legge è stata data per mano di Mosè, ma la grazia e la verità per mezzo di Gesù Cristo.
18 Nessuno ha mai visto Dio, solo l'unico Figlio, Dio, che è unito al Padre, è quello che ce l'ha fatto conoscere!
19 Ecco cio che disse Giovanni quando i Giudei mandarono da Gerusalemme dei sacerdoti con i loro aiutanti per chiedergli: "Chi sei?"
20 Giovanni non lo nego, ma dichiaro apertamente: "No, non sono io il Cristo".
21 "Allora chi sei?" gli chiesero. "Sei Elia?"No", rispose Giovanni."Sei forse il profeta?"No".
22 "Chi sei, dunque? Diccelo, così possiamo rispondere a quelli che ce l'hanno domandato. Chi dici di essere?"
23 Giovanni rispose: "Come disse il profeta Isaia: "Io sono una voce che grida nel deserto: preparatevi per l'arrivo del Signore!"
24 Quelli che erano stati mandati erano Farisei,
25 e gli chiesero: "Se non sei il Messia, né Elia, e neppure il profeta, che diritto hai di battezzare?"
26 Giovanni rispose: "Io battezzo con acqua; ma proprio qui, fra voi, c'è qualcuno che ancora non conoscete,
27 che opererà fra di voi dopo di me; qualcuno del quale non son degno neppure di slegargli il sandalo!"
28 Questo episodio avvenne a Betània, un villaggio sull'altra riva del fiume Giordano, dove Giovanni stava battezzando.
29 Il giorno dopo, Giovanni vide Gesù venirgli incontro, e disse: "Ecco l'Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo!
30 È a lui che mi riferivo, quando dissi: "Dopo di me arriverà un uomo che mi ha preceduto, perché esisteva già prima che io nascessi!
31 Non sapevo chi fosse, ma sono venuto a battezzare con acqua per farlo conoscere al popolo d'Israele".
32 Poi Giovanni disse: "Ho visto lo Spirito scendere dal cielo sotto forma di colomba e fermarsi sopra Gesù.
33 "Io non lo conoscevo, ma chi mando a battezzare in acqua, mi disse: "Quello su cui vedrai lo Spirito Santo scendere e fermarsi, sarà quello che battezza con lo Spirito Santo".
34 Ebbene, io ho visto e sono testimone: è lui il Figlio di Dio!"

I primi discepoli

35 Il giorno seguente, mentre Giovanni stava con due suoi discepoli,
36 Gesù passo di lì. Giovanni lo guardo attentamente ed esclamo: "Ecco l'Agnello di Dio!"
37 A queste parole i due discepoli di Giovanni si misero a seguire Gesù.
38 Gesù, si volto e, visto che lo seguivano, domando loro: "Che cosa cercate?"Maestro", gli chiesero, "dove abiti?"
39 "Venite a vedere" rispose il Signore. Così lo seguirono, videro dove abitava e rimasero con lui per la giornata. Era circa la decima ora.
40 Uno di questi discepoli di Giovanni era Andrea, fratello di Simon Pietro.
41 La prima cosa che fece fu di cercare suo fratello Simone e dirgli: "Abbiamo trovato il Messia!" (Messia significa Cristo).
42 Poi lo condusse a Gesù.Gesù, vedendolo disse: "Tu sei Simone, figlio di Giovanni, ma sarai chiamato Cefa, "Pietro" (in aramaico Cefa significa pietra).
43 Il giorno dopo, Gesù decise di andare in Galilea e, incontrando Filippo, gli disse: "Vieni con me".
44 Filippo era di Betsàida, la città di Andrea e Pietro.
45 Filippo a sua volta ando a trovare Natanaele: "Abbiamo trovato quello di cui parlano Mosè ed i profeti nelle Scritture! Si chiama Gesù, figlio di Giuseppe di Nazaret!"
46 "Nazaret?!" esclamo Natanaele, "Puo venire qualcosa di buono da là?"E Filippo: "Vieni a vedere".
47 Gesù, vedendolo arrivare, osservo: "Ecco un Israelita veramente onesto!"
48 "Come fai a conoscermi?" domando allora Natanaele. E Gesù rispose: "Ti ho visto sotto l'albero di fico, prima ancora che Filippo ti chiamasse".
49 Natanaele rispose: "Signore, tu sei il Figlio di Dio, Re d'Israele!"
50 E Gesù: "Tu credi solo perché ho detto che ti ho visto sotto il fico? Vedrai cose ben più grandi di questa.
51 Io ti dico che vedrai perfino il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere su di me, il Figlio dell'uomo!"
© 2017 ERF Medien