Aiuto

La Parola è Vita

Un sacrificio una volta per sempre

1 La legge era solo l'ombra, e non la realtà, dei beni futuri perché, secondo l'antico sistema, i sacrifici venivano ripetuti continuamente anno dopo anno, senza mai rendere perfetti quelli che cercavano di avvicinarsi a Dio.
2  Altrimenti, non se ne sarebbero offerti più, perché quelli che li offrivano sarebbero stati purificati una volta per tutte, e non si sarebbero sentiti più colpevoli.
3  Invece, quei sacrifici ricordavano periodicamente agli uomini i loro peccati,
4  perché è impossibile che il sangue di tori e di capre riesca a cancellare i peccati.
5  Ecco perché, quando Cristo venne su questa terra, disse: "O Dio, sacrifici ed offerte non ti hanno soddisfatto, ecco perché mi hai preparato un corpo.
6  Non hai gradito né sacrifici bruciati, né quelli per il peccato.
7  Allora ho detto: "Eccomi. Vengo a fare la tua volontà, come è stato scritto nelle Scritture".
8  Sì, dopo aver detto che Dio non gradiva né offerte, né sacrifici compiuti secondo la legge che non lo soddisfacevano,
9  Cristo aveva aggiunto: "Eccomi. Vengo a fare la tua volontà". Egli abolisce, così, il primo sistema per stabilirne un altro.
10  Grazie a questa volontà noi siamo fatti santi dal sacrificio del corpo di Gesù Cristo, offerto una volta per sempre.
11  [Secondo l'antico patto], ogni sacerdote doveva mettersi in piedi, giorno dopo giorno, per offrire più volte gli stessi sacrifici, che pero non potevano mai cancellare i peccati.
12  Gesù, invece, ha dato sé stesso in sacrificio a Dio una volta per sempre per i peccati e si è seduto alla destra di Dio.
13  Là sta aspettando che i suoi nemici gli siano sottoposti, come uno sgabello sotto i piedi.
14  Perché, con una sola offerta, egli ha reso perfetti per sempre quelli che ha purificato dai peccati.
15  Ed anche lo Spirito Santo ce lo conferma [nelle Scritture], perché dopo aver detto:
16  "Questo è il nuovo patto, che stringero con loro, dopo quei giorni", il Signore dice: "Mettero le mie leggi nelle loro menti e le scrivero nei loro cuori
17  e non mi ricordero più dei loro peccati, né delle loro violazioni della mia legge".
18  Dunque, quando i peccati sono stati perdonati, non c'è più alcun bisogno di sacrifici.

Vivere per fede

19  Così, fratelli, ora abbiamo piena libertà di entrare nella presenza di Dio per mezzo del sangue di Gesù,
20  una via nuova e vivente che il Signore ha aperto per noi attraverso la cortina, cioè il suo corpo.
21  Gesù è il nostro grande sacerdote, capo della casa di Dio.
22  Accostiamoci dunque con piena fiducia, con il cuore sincero e purificato da ogni cattiva coscienza e col corpo lavato con acqua pura.
23  Rimaniamo fermi nel dichiarare la nostra fede, senza vacillare, perché fedele è colui che ha fatto le promesse.
24  Pensiamo l'uno all'altro, incoraggiandoci a vicenda nell'amore fraterno e nel fare il bene.
25  Non trascuriamo le nostre riunioni, come fanno alcuni abitualmente, ma esortiamoci, tanto più man mano che vediamo avvicinarsi il giorno [del ritorno del Signore].
26  Se continuiamo a vivere nel peccato volontariamente, dopo aver conosciuto la verità, allora non rimane più nessun altro sacrificio che possa togliere i peccati,
27  ma soltanto la terribile attesa del giudizio e del fuoco ardente che consumerà i ribelli.
28  Chi si rifiutava di ubbidire alle leggi date da Mosè, veniva messo a morte senza pietà sulla parola di due o tre testimoni.
29  Pensate, allora, quanto sarà peggiore il castigo per quelli che avranno calpestato il Figlio di Dio, disprezzando il sangue purificatore del patto e avranno offeso lo Spirito di grazia.
30  Perché conosciamo colui che ha detto: "A me la vendetta! Io li ripaghero!" E ancora: "Il Signore giudicherà il suo popolo".
31  È spaventoso cadere nelle mani dell'Iddio vivente!
32  Ma voi, ricordatevi di quei primi giorni, dopo che avete ricevuto la luce: i grandi conflitti e la sofferenza che avete subìto.
33  A volte siete stati insultati e maltrattati davanti a tutti, a volte vi siete fatti avanti, pronti a dividere la sorte di quelli che pativano queste pene.
34  Siete stati compagni di quelli che venivano gettati in prigione e avete accettato con gioia la confisca dei vostri beni, sapendo di avere cose migliori, che saranno vostre per sempre.
35  Non buttate via, allora, il coraggio che viene dalla vostra fede, perché vi farà ricevere una grande ricompensa!
36  Infatti, avete bisogno di costanza; così dopo aver fatto la volontà di Dio, otterrete cio che egli vi ha promesso.
37  "Ancora poco, pochissimo tempo e il suo arrivo non tarderà.
38  Chi è giusto vivrà per fede, ma se si tira indietro, io non lo gradiro".
39  Noi pero non siamo di quelli che tornano indietro e vanno alla perdizione, siamo invece di quelli che hanno la fede salda che salva la propria anima.
© 2018 ERF Medien