Aiuto

La Parola è Vita

Il giorno dellaPentecoste

1 [Cinquanta giorni dopo la morte di Gesù,] giunse il giorno della Pentecoste. I discepoli erano riuniti tutti insieme,
2 quando improvvisamente si udì un rumore dal cielo, come un vento impetuoso, un rumore tale che riempì tutta la casa dove si trovavano.
3 Allora apparvero come delle lingue di fuoco, che si separarono l'una dall'altra e si posarono sopra ciascuno di loro.
4 Tutti i presenti furono pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito Santo li guidava.
5 Quel giorno c'erano a Gerusalemme molti uomini timorati di Dio, venuti da tutte le nazioni [per la festività della Pentecoste ebraica].
6 Sentendo quel rumore, corsero a vedere e rimasero confusi, perché ciascuno sentiva i discepoli parlare nella propria lingua.
7 "Ma questi che parlano non sono tutti della Galilea?" esclamavano meravigliati.
8 "Come mai, allora, li sentiamo parlare nelle lingue dei nostri paesi d'origine?
9 Qui ci sono Parti, Medi, Elamiti, alcuni di noi vengono dalla Mesopotamia, dalla Giudea, dalla Cappadocia, dal Ponto e dall'Asia;
10 dalla Frigia, dalla Panfilia, dall'Egitto, dalla Libia Cirenaica. E ci sono perfino dei pellegrini venuti da Roma; alcuni sono ebrei di nascita, altri invece convertiti alla religione ebraica,
11 ed altri ancora Cretesi ed Arabi. E tutti noi sentiamo questi uomini che parlano delle grandi cose di Dio nelle nostre lingue!"
12 Tutti erano stupiti e perplessi, e si chiedevano: "Che mai vorrà dire tutto questo?"
13 Altri, invece, tra la folla dicevano, ridendo: "Sono ubriachi, ecco che vuol dire!"
14 Allora Pietro si fece avanti con gli altri undici apostoli e grido loro: "Ascoltate bene, abitanti della Giudea e di Gerusalemme.
15 Questi uomini non sono ubriachi come pensate, perché sono solo le nove del mattino!
16 Anzi, cio che avete visto questa mattina fu predetto dal profeta Gioele:
17 "Negli ultimi giorni, dice Dio, versero il mio Spirito su tutti gli uomini. I vostri figli e le vostre figlie faranno profezie, i vostri giovani avranno delle visioni e i vostri vecchi dei sogni.
18 Sì, il mio Spirito scenderà su tutti quelli che mi servono, uomini e donne, e profetizzeranno.
19 Faro cose straordinarie lassù nel cielo e miracoli giù sulla terra: sangue, fuoco e nuvole di fumo.
20 Il sole si oscurerà e la luna diventerà rossa come il sangue, prima che venga il giorno del Signore, giorno grande e glorioso!
21 Allora, chiunque invocherà il nome del Signore, sarà salvato!"
22 "Israeliti, ascoltate! Come ben sapete, Dio approvo pubblicamente Gesù di Nazaret con i miracoli meravigliosi che fece per mezzo suo.
23 Parlo di quel Gesù che, secondo il piano prestabilito di Dio, voi avete ucciso con la complicità di uomini malvagi, inchiodandolo ad una croce!
24 "Ma Dio lo ha liberato dall'angoscia della morte, facendolo resuscitare. Non era possibile, infatti, che la morte potesse trionfare su di lui.
25 "A lui si riferiva il re Davide, quando disse: "So che il Signore è sempre con me. È alla mia destra, ed è per questo che non mi scoraggio;
26 percio il mio cuore è pieno di gioia e posso cantare la mia felicità. Io so che, pur essendo mortale, ho speranza!
27 Perché tu, o Dio, non abbandonerai la mia anima nel mondo dei morti, né permetterai che il corpo del tuo Santo vada in decomposizione!
28 Tu mi hai fatto conoscere le vie della vita e mi riempirai di gioia con la tua presenza".
29 "Fratelli, posso dirvi con certezza che Davide morì, fu sepolto e, ancor oggi, c'è la sua tomba fra noi.
30 Ma Davide era un profeta e sapeva che Dio gli aveva promesso, con un giuramento, che uno dei suoi discendenti sarebbe stato il Messia, cioè che si sarebbe seduto sul suo trono.
31 Con questa predizione Davide aveva annunciato la resurrezione del Messia, che non sarebbe stato abbandonato nel mondo dei morti, né che il suo corpo si sarebbe decomposto.
32 Questo Gesù, Dio lo ha fatto risorgere e di questo fatto noi tutti siamo testimoni.
33 "Ora egli, essendo stato innalzato alla destra di Dio, ha ricevuto dal Padre l'autorità di mandare lo Spirito Santo che era stato promesso, e ci ha donato cio che oggi voi vedete e ascoltate.
34 "Davide infatti non salì in cielo, anzi egli stesso dice: "Dio parlo al mio Signore, [il Messia] e gli disse: 'Siedi qui, al posto d'onore, alla mia destra,
35 finché non ti sottometta completamente i tuoi nemici e ne faccia lo sgabello dei tuoi piedi'".
36 "Percio tutto Israele sappia, senza ombra di dubbio, che Dio ha fatto Signore e Messia proprio questo Gesù che voi avete crocifisso!"
37 Le parole di Pietro commossero profondamente i presenti: "Fratelli, che dobbiamo fare?" chiesero a Pietro e agli altri apostoli.
38 Pietro rispose: "Pentitevi e rivolgetevi a Dio. Poi fatevi battezzare nel nome di Gesù Cristo per ottenere il perdono dei vostri peccati. Allora anche voi riceverete il dono dello Spirito Santo,
39 perché Cristo lo ha promesso a voi, ai vostri figli e perfino a quelli che abitano in paesi lontani! Sì, a tutti quelli che il Signore, nostro Dio, chiamerà".
40 Poi Pietro, con molti altri argomenti, cercava di convincerli e li ammoniva, dicendo: "Salvatevi da questa generazione corrotta!"
41 E quelli che accettarono il suo messaggio furono battezzati. Quel giorno circa tremila furono aggiunti agli altri.
42 Essi seguivano assiduamente l'insegnamento degli apostoli, vivevano insieme fraternamente e prendevano parte alla Cena del Signore e alle riunioni di preghiera.
43 Tutti erano presi da profondo timore, e gli apostoli facevano molti miracoli.
44 I credenti vivevano insieme ed avevano tutto in comune.
45 Vendevano i propri possedimenti per dividerne il ricavato con gli altri, secondo le necessità di ciascuno.
46 Ogni giorno, tutti insieme, andavano al tempio, poi s'incontravano nelle case a piccoli gruppi per spezzare il pane e mangiare insieme con grande gioia e gratitudine,
47 lodando Dio. Tutta la città li ammirava, e ogni giorno Dio aggiungeva al loro gruppo tutti quelli che erano salvati.
© 2017 ERF Medien