Aiuto

La Parola è Vita

1 Come Cristo ha sofferto nel suo corpo, così anche voi fatevi forti del suo stesso modo di pensare, perché chi ha scelto di fare il bene, anche a costo di soffrire, non vuole più vivere nel peccato
2 e intende trascorrere il resto della vita non più in balìa delle passioni umane, ma facendo la volontà di Dio.
3 Basta il tempo che avete già vissuto come pagani, abbandonandovi ai peccati sessuali, alla lussuria, all'ubriachezza, alle orge, a raduni da ubriachi e a vergognose pratiche idolatre.
4 Naturalmente i vostri vecchi amici si meravigliano che non vogliate più unirvi a loro in queste depravazioni, e percio parlano male di voi.
5 Ma dovranno render conto a colui che è pronto a giudicare, sia i vivi che i morti.
6 Appunto per cio, il vangelo è stato annunciato anche a quelli che adesso sono morti, perché, dopo aver subìto nel corpo il giudizio comune a tutti gli uomini, possano vivere per mezzo dello Spirito, secondo la volontà di Dio.

L'amore cancella molti peccati

7 La fine di tutte le cose è ormai vicina, percio siate giudiziosi e lucidi di mente, per potervi dare alla preghiera.
8 Innanzitutto, amatevi a vicenda intensamente, perché l'amore copre molti peccati.
9 Siate ospitali l'uno verso l'altro, senza lamentarvi.
10 Usate i doni che Dio vi ha dato per aiutarvi a vicenda, amministrando bene cio che nella sua grazia Dio vi ha affidato.
11 Quando parlate, fatelo come se Dio stesso parlasse per mezzo vostro. Egli vi ha dato l'abilità di svolgere qualche servizio particolare? Svolgetelo con la forza che vi dà il Signore. In tal modo, Dio sarà glorificato in tutto per mezzo di Gesù Cristo; a lui spettano la gloria e la potenza per sempre. Amen.
12 Cari fratelli, non siate sorpresi di trovarvi in mezzo al fuoco della prova. Non c'è niente di strano.
13 Siatene contenti, piuttosto, perché quanto più partecipate alle sofferenze di Cristo, tanto più potrete esultare di gioia nel giorno in cui egli manifesterà la sua gloria.
14 Se venite insultati per il nome di Cristo, siete benedetti perché lo Spirito di gloria, lo Spirito di Dio, è su di voi.
15 Che nessuno di voi soffra perché è condannato come omicida, o ladro, o delinquente, o perché si è mischiato nei fatti altrui.
16 Ma non si vergogni di soffrire perché è un cristiano! Glorifichi Dio, piuttosto, per il privilegio di essere chiamato col suo nome,
17 perché è giunto il tempo del giudizio di Dio e sarà proprio il popolo di Dio ad essere giudicato per primo. E se noi, che siamo cristiani, dobbiamo essere giudicati per primi, quale sarà la fine di quelli che non ubbidiscono al vangelo di Dio?
18 [Come dicono le scritture:] "Se il giusto è salvato con difficoltà, che succederà agli increduli ed ai peccatori?"
19 Percio, anche se soffrite secondo la volontà di Dio, raccomandate la vostra anima al fedele Creatore, e continuate a fare il bene.
© 2018 ERF Medien