Aiuto

La Parola è Vita

Regole per una famiglia felice

1 A voi pure, mogli credenti, dico di rimanere sottomesse ai vostri mariti; così anche se alcuni di loro non ubbidiscono alla parola del Signore, alla fine potranno essere convinti dal vostro comportamento.
2 Il vostro modo di vivere puro e rispettoso li convincerà più di tante parole.
3 Cio che vi distingue non sia la pettinatura, i gioielli d'oro o i vestiti eleganti.
4 Siate belle dentro, nel vostro cuore, col fascino duraturo di uno spirito gentile e tranquillo, che ha tanto valore agli occhi di Dio.
5 Ecco il tipo di bellezza delle donne sante del passato, che confidavano in Dio, restando sottomesse ai propri mariti;
6 come Sara, che ubbidiva ad Abramo, suo marito, chiamandolo 'signore'. Anche voi sarete sue figlie se vi comporterete bene e non avrete paura.
7 E così anche voi mariti, ciascuno viva insieme con sua moglie, tenendo conto della sua natura femminile delicata. La onori, ricordando che è con la propria moglie che si dividono le benedizioni di Dio. Se non la si tratta come si dovrebbe, le vostre preghiere saranno ostacolate.
8 Infine dico a tutti voi: vivete d'amore e d'accordo, con reciproca comprensione, compassione ed umiltà.
9 Non ricambiate il male con il male, né offesa con offesa; al contrario, benedite chi vi è contro; questo è il compito a cui siete chiamati, e per questo Dio vi benedirà.
10 Infatti: "Chi vuole avere una vita buona e giorni felici, tenga a freno la lingua e le labbra dalla menzogna.
11 Lasci il male e faccia il bene. Cerchi la pace senza stancarsi!
12 Perché gli occhi del Signore sono fissi sui giusti e le sue orecchie sono attente alle loro preghiere, ma è contro coloro che fanno il male".
13 Chi mai vi potrà fare del male, se vi adoperate per il bene?
14 Ma se vi capitasse di dover soffrire per aver fatto cio che è giusto, beati voi! Vogliono terrorizzarvi, ma non abbiate paura di loro, non siate turbati.
15 Anzi, fate in modo che Cristo sia il Signore nei vostri cuori e siate sempre pronti a difendere la vostra posizione con chiunque vi interroghi sulla vostra fede,
16 ma con dolcezza e rispetto, forti della vostra buona coscienza. Allora, se qualcuno parlerà male di voi, si dovrà vergognare d'aver calunniato falsamente la vostra buona condotta di cristiani.
17 Infatti, se questa è la volontà di Dio, è meglio che soffriate facendo il bene, anziché facendo il male!

Il valore della sofferenza

18 Anche Cristo ha sofferto, morendo una volta per sempre per i nostri peccati. Egli, il giusto, è morto per noi peccatori, per condurci a Dio. Mentre veniva messo a morte tramite il suo corpo, veniva riportato in vita per mezzo dello spirito.
19 E fu in spirito che Gesù ando a predicare agli spiriti in prigione,
20 spiriti di quelli che non avevano creduto in Dio, nonostante egli aspettasse con pazienza. Cio avvenne nel periodo in cui Noè costruiva l'arca, nella quale furono salvate dall'acqua del diluvio soltanto poche persone: otto in tutto.
21 E per noi quell'acqua raffigura il battesimo. Il battesimo non ci salva togliendoci la sporcizia di dosso, ma è l'impegno di una buona coscienza nei riguardi di Dio, per mezzo della risurrezione di Gesù Cristo
22 che è salito in cielo ed ora siede alla destra di Dio Padre. Tutti gli angeli, i principati e le potenze sono sottomessi a lui.
© 2017 ERF Medien