Schließen
BibleServer is a donation based project by ERF Medien. 25 € will help us to secure next years funding.
Aiuto

Nuova Riveduta 2006

La torre di Babele

1 Tutta la terra parlava la stessa lingua e usava le stesse parole.
2 Dirigendosi verso l’Oriente, gli uomini capitarono in una pianura nel paese di Scinear, e là si stanziarono.
3 Si dissero l’un l’altro: «Venite, facciamo dei mattoni cotti con il fuoco1!» Essi adoperarono mattoni anziché pietre, e bitume invece di calce.
4 Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre la cui cima giunga fino al cielo; acquistiamoci fama, affinché non siamo dispersi sulla faccia di tutta la terra».
5 Il Signore discese per vedere la città e la torre che i figli degli uomini costruivano.
6 Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è il principio del loro lavoro; ora nulla impedirà loro di condurre a termine ciò che intendono fare.
7 Scendiamo dunque e confondiamo il loro linguaggio, perché l’uno non capisca la lingua dell’altro!»
8 Così il Signore li disperse di là su tutta la faccia della terra ed essi cessarono di costruire la città.
9 Perciò a questa fu dato il nome di Babel2, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là li disperse su tutta la faccia della terra.

La genealogia di Abramo

10 Questa è la discendenza di Sem. Sem, all’età di cento anni, generò Arpacsad, due anni dopo il diluvio.
11 Sem, dopo aver generato Arpacsad, visse cinquecento anni e generò figli e figlie.
12 Arpacsad visse trentacinque anni e generò Sela;
13 Arpacsad, dopo aver generato Sela, visse quattrocentotré anni e generò figli e figlie.
14 Sela visse trent’anni e generò Eber;
15 Sela, dopo aver generato Eber, visse quattrocentotré anni e generò figli e figlie.
16 Eber visse trentaquattro anni e generò Peleg;
17 Eber, dopo aver generato Peleg, visse quattrocentotrent’anni e generò figli e figlie.
18 Peleg visse trent’anni e generò Reu;
19 Peleg, dopo aver generato Reu, visse duecentonove anni e generò figli e figlie.
20 Reu visse trentadue anni e generò Serug;
21 Reu, dopo aver generato Serug, visse duecentosette anni e generò figli e figlie.
22 Serug visse trent’anni e generò Naor;
23 Serug, dopo aver generato Naor, visse duecento anni e generò figli e figlie.
24 Naor visse ventinove anni e generò Tera;
25 Naor, dopo aver generato Tera, visse centodiciannove anni e generò figli e figlie.
26 Tera visse settant’anni e generò Abramo, Naor e Aran.
27 Questa è la discendenza di Tera. Tera generò Abramo, Naor e Aran; Aran generò Lot.
28 Aran morì in presenza di Tera, suo padre, nel suo paese natale in Ur dei Caldei3.
29 Abramo e Naor si presero delle mogli; il nome della moglie di Abramo era Sarai; e il nome della moglie di Naor, Milca, che era figlia di Aran, padre di Milca e padre di Isca.
30 Sarai era sterile; non aveva figli.
31 Tera prese Abramo, suo figlio, e Lot, figlio di Aran, cioè figlio di suo figlio, e Sarai sua nuora, moglie di Abramo suo figlio, e uscì con loro da Ur dei Caldei per andare nel paese di Canaan. Essi giunsero fino a Caran4, e là soggiornarono.
32 Il tempo che Tera visse fu duecentocinque anni; poi Tera morì in Caran.
1  Mattoni cotti con il fuoco, abitualmente venivano lasciati essiccare al sole.
2  Babel, da un verbo che significa confondere; la stessa città è indicata altrove con Babilonia, che ha la stessa derivazione.
3  Ur dei Caldei, città che viene tradizionalmente collocata nell’attuale Iraq, non lontano dal golfo Persico, ma a volte anche nell’odierna Turchia.
4  Caran, città dell’attuale Turchia, situata al confine con la Siria.
© 2016 ERF Medien