Schließen
BibleServer is a donation based project by ERF Medien. 25 € will help us to secure next years funding.
Aiuto

La Parola è Vita

Gesù nella sua gloria

1 Sei giorni dopo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e suo fratello Giovanni, e li condusse sulla cima di un alto monte in un posto isolato.
2 Davanti ai loro occhi, egli cambio d'aspetto: il suo viso si fece risplendente come il sole, mentre i suoi abiti diventarono di un bianco abbagliante.
3 Improvvisamente apparvero Mosè ed Elia, che parlavano con Gesù.
4 "Signore, com'è bello stare qui!" esclamo Pietro! Se vuoi, facciamo tre tende, una per te, una per Mosè ed una per Elia."
5 Mentre stava ancora parlando, una nube luminosa li coprì, ed ecco, una voce dalla nuvola disse: "Questo è il mio amato Figlio, nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo!"
6 A queste parole i discepoli caddero con la faccia a terra, terribilmente spaventati,
7 ma Gesù si avvicino, li tocco e disse: "Alzatevi. Non abbiate paura!"
8 E, quando alzarono gli occhi, videro che con loro c'era solo Gesù.
9 Mentre scendevano dalla montagna, egli ordino loro: "Non raccontate a nessuno cio che avete visto, finché il Figlio dell'uomo non sarà risuscitato dalla morte".
10 Poi i discepoli chiesero a Gesù: "Perché i dottori della legge dicono che Elia deve tornare prima [della venuta del Messia]?"
11 Gesù rispose: "È vero, Elia deve venire per rimettere ogni cosa in ordine.
12 Ma per la verità, Elia è già venuto, soltanto che non l'hanno riconosciuto, anzi, lo hanno maltrattato come volevano. Ed anche il Figlio dell'uomo dovrà soffrire per mano loro".
13 I discepoli allora capirono che stava parlando di Giovanni Battista.

Gesù sulla terra

14 Quando giunsero in mezzo alla folla che li aspettava, un uomo si avvicino, s'inginocchio davanti a Gesù,
15 e disse: "Signore, abbi pietà di mio figlio! È epilettico e soffre molto, perché quando ha una crisi spesso cade nel fuoco o nell'acqua.
16 L'ho portato ai tuoi discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo".
17 Allora Gesù rispose: "Gente malvagia e senza fede! Fino a quando restero con voi? Per quanto ancora dovro sopportarvi? Portatemi qui il ragazzo".
18 Poi rimprovero il demone che era nel ragazzo, e quello lo lascio. Da quel momento il ragazzo stette bene.
19 Più tardi, i discepoli chiesero in privato a Gesù: "Perché non siamo riusciti a cacciare quel demone?"
20 "Per la vostra poca fede", spiego loro Gesù. "Basterebbe una fede piccola come un granello di senape, e potreste dire a quella montagna: "Spostati!" E si sposterebbe. Niente vi sarebbe impossibile {
21 Ma questo tipo di demone non si puo cacciare, se non con la preghiera e il digiuno}".
22 Un giorno, in Galilea, Gesù disse loro: "Il Figlio dell'uomo sta per essere tradito e ucciso
23 ma il terzo giorno dopo la sua morte, risusciterà". A queste parole i discepoli si rattristarono profondamente.
24 Quando giunsero a Cafàrnao, l'esattore delle tasse del tempio s'avvicino a Pietro e gli chiese: "Paga le tasse il vostro maestro?"
25 "Certo che le paga!" rispose Pietro. Poi entro in casa per riferire a Gesù l'accaduto, ma prima che avesse tempo di parlare, Gesù gli chiese: "Che ne pensi, Simone? Da chi esigono le tasse i re: dai propri figli o dagli altri?"
26 "Dagli altri", rispose Pietro. "I loro figli, allora, ne sono esenti!" rispose Gesù,
27 "ma per non scandalizzarli, vai sulla spiaggia e getta l'amo. Apri la bocca al primo pesce che prenderai, vi troverai dentro una moneta sufficiente a pagare le tasse per me e per te. Prendi quel denaro e pagale".
© 2016 ERF Medien