Schließen
BibleServer is a donation based project by ERF Medien. 25 € will help us to secure next years funding.
Aiuto

La Parola è Vita

Perduto e ... ritrovato

1 Ad ascoltare Gesù, venivano anche molti esattori delle tasse ed altri noti peccatori.
2 La loro presenza suscitava molte critiche da parte dei farisei e dei dottori della legge, che lo accusarono: "Questo Gesù dà il benvenuto a persone poco raccomandabili e mangia perfino con loro!"
3 Gesù allora racconto questa parabola:
4 "Chi di voi che ha cento pecore e ne perde una, non lascerà le altre novantanove là nei campi per andare a trovare quella che si è perduta?
5 Poi, quando l'avrà ritrovata, se la riporterà sulle spalle tutto felice.
6 Arrivato a casa, riunirà gli amici e i vicini, dicendo: "Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora perduta".
7 Allo stesso modo, si fa più festa in cielo per un solo peccatore che torna a Dio, che per novantanove uomini giusti che non hanno bisogno di pentirsi!
8 "Prendete un altro esempio: una donna ha dieci monete d'argento di un certo valore e ne perde una. Bene, che cosa farà? Accenderà una lampada e spazzerà la casa, cercando dappertutto, finché non l'avrà ritrovata.
9 Poi, ritrovandola chiamerà amiche e vicine, dicendo: "Rallegratevi con me, perché ho trovato la moneta che avevo perso!"
10 Allo stesso modo c'è gioia alla presenza degli angeli di Dio, quando un peccatore si pente!"

Il figlio prodigo

11 Poi Gesù racconto: "Un uomo aveva due figli.
12 Un giorno il minore disse al padre: "Voglio subito la mia parte d'eredità". Il padre, allora, divise i beni fra i due figli.
13 Alcuni giorni dopo, il figlio minore, fatti i bagagli, partì per un paese lontano, dove sperpero tutto il suo denaro, vivendo nei vizi.
14 Proprio quando aveva speso tutto, scoppio una grande carestia in tutto il paese, ed egli inizio a trovarsi in gravi difficoltà.
15 Si mise allora al servizio di un abitante di quel paese, che lo mando a pascolare i maiali.
16 Era talmente affamato, che era tentato perfino da cio che mangiavano i maiali, ma nessuno gli dava niente.
17 "Quando finalmente valuto la situazione, disse tra sé: "A casa mia perfino i servi hanno cibo in abbondanza, io, invece, me ne sto qui a morire di fame!
18 Ritornero a casa da mio padre e gli diro: 'Padre, ho peccato contro Dio e contro di te;
19 non sono più degno di essere chiamato tuo figlio, ma, ti prego, prendimi come servo!'"
20 "Così deciso, il giovane si preparo e si mise in viaggio per andare dal padre, ma, mentre era ancora lontano suo padre lo vide arrivare. Pieno di compassione gli corse incontro, lo abbraccio e lo bacio.
21 "Il figlio gli disse: "Padre, ho peccato contro Dio e contro di te, non sono più degno di essere chiamato tuo figlio!"
22 "Ma il padre disse ai servi: "Svelti, portate il vestito più bello che abbiamo in casa e aiutatelo ad indossarlo! Mettetegli un anello al dito e sandali ai piedi!
23 Poi ammazzate il vitello che teniamo all'ingrasso. Mangiamo e facciamo festa,
24 perché questo mio figlio era morto ed ora è ritornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato". Così cominciarono la festa.
25 "Nel frattempo il figlio maggiore stava lavorando nei campi. Ritornando a casa, sentì il suono della musica e delle danze,
26 percio chiese ad uno dei servi che cosa stesse accadendo.
27 "È tornato tuo fratello!" gli rispose il servo, "E tuo padre ha fatto ammazzare il vitello che era all'ingrasso perché è ritornato sano e salvo!"
28 "Il fratello maggiore si adiro, e non voleva neppure entrare in casa. Il padre, allora, uscì e cerco di convincerlo ad entrare,
29 ma quello protesto: "Tutti questi anni ho lavorato sodo per te e non mi sono mai rifiutato di fare neanche una sola cosa che mi hai ordinato. Ebbene, in tutto questo tempo, tu non mi hai dato neppure un capretto per far festa con i miei amici.
30 Invece, adesso che questo tuo figlio è ritornato, dopo aver sperperato i tuoi soldi con le prostitute, hai ammazzato per lui il vitello ingrassato!"
31 "Vedi, figlio mio", gli spiego il padre, "io e te siamo molto uniti, e tutto cio che è mio è anche tuo.
32 È giusto invece festeggiare per questo tuo fratello, perché era morto ed è tornato in vita! Era perduto ed ora l'abbiamo ritrovato!"
© 2016 ERF Medien