Schließen
BibleServer is a donation based project by ERF Medien. 25 € will help us to secure next years funding.
Aiuto

La Parola è Vita

Gesù offre l'acqua della vita

1 I Farisei furono informati che Gesù battezzava e faceva più discepoli di Giovanni
2 (benché non fosse Gesù a battezzare, ma i suoi discepoli).
3 Quando Gesù lo venne a sapere, partì dalla Giudea per ritornare in Galilea.
4 Durante il viaggio, doveva attraversare la Samaria.
5-6 Giunto così ad un villaggio della Samaria, chiamato Sicar, si fermo al pozzo di Giacobbe, situato sul pezzo di terra che Giacobbe aveva dato a suo figlio Giuseppe. Era verso mezzogiorno e Gesù, stanco per il lungo cammino, si sedette sul bordo del pozzo,
7 ed ecco, poco dopo, giunse ad attingere acqua una donna samaritana. Gesù le disse: "Dammi da bere".
8 In quel momento era solo, dato che i discepoli erano andati al villaggio a comprare qualcosa da mangiare.
9 La donna rispose: "Come mai tu, che sei Giudeo, chiedi da bere a me, una Samaritana?" I Giudei evitano ogni contatto con i Samaritani.
10 Gesù rispose: "Se tu sapessi il dono che Dio ha per te e chi sono io, saresti tu a chiedermi da bere, ed io ti darei dell'acqua viva!"
11 "Ma tu non hai un secchio," osservo la donna, "e il pozzo è profondo. Da dove prenderesti, dunque, quest'acqua viva?
12 Sei forse più potente di Giacobbe, il nostro antenato, che ci diede questo pozzo e da cui egli stesso ha bevuto con i suoi figli e il suo bestiame?"
13 Gesù le rispose: "Chi beve quest'acqua avrà sete di nuovo,
14 ma chi berrà l'acqua che gli daro io, non avrà mai più sete. Anzi, l'acqua che gli daro, diventerà in lui una sorgente da cui sgorga vita eterna".
15 "[Ti prego allora,] Signore" disse la donna, "dammi quest'acqua, così non avro più sete e non dovro più tornare qui a prenderne!"
16 "Vai a chiamare tuo marito, e poi torna", le disse Gesù.
17 "Ma io non ho marito", rispose la donna."Infatti," confermo Gesù
18 "hai già avuto cinque mariti, e non sei sposata con l'uomo con cui vivi ora. Hai detto la verità".
19 "Signore," esclamo la donna, "tu sei un profeta!
20 Allora, spiegami: perché voi Giudei insistete nel dire che il posto per adorare Dio è Gerusalemme, mentre i nostri antenati adoravano Dio qui sul Monte [Garizim]?"
21 "Credimi donna, si avvicina il tempo in cui non si adorerà il Padre né su questo monte né a Gerusalemme.
22 Voi adorate chi non conoscete, mentre noi lo conosciamo, perché la salvezza è giunta per mezzo dei Giudei.
23 "L'ora viene, anzi, è già venuta, in cui coloro che adorano sinceramente il Padre, lo faranno in spirito e verità. È questa l'adorazione che Dio cerca,
24 perché Dio è spirito, e chi lo adora deve adorarlo in spirito e verità".
25 La donna osservo: "So che deve venire il Messia, quello che chiamano Cristo e che quando verrà, ci insegnerà tutto!"
26 Allora Gesù le disse: "Io che ti sto parlando sono il Messia!"
27 In quel momento arrivarono i discepoli e rimasero sorpresi di trovarlo a parlare con una donna, ma nessuno di loro gli chiese perché, o di che cosa stessero parlando.
28 La donna, intanto, lasciata la sua brocca, si era precipitata al villaggio, dove disse agli altri:
29 "Venite a vedere, c'è un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto! Che sia lui il Messia?"
30 La gente allora lascio il villaggio e ando da lui.
31 Nel frattempo, i discepoli insistevano perché Gesù mangiasse,
32 ma lui rispose: "Io ho del cibo che voi non conoscete".
33 "Chi glielo avrà portato?" si chiedevano i discepoli.
34 Allora Gesù spiego loro: "Il mio cibo è fare la volontà di Dio che mi ha mandato, e completare la sua opera.
35 "Voi dite che la mietitura comincerà fra quattro mesi, non è vero? Ebbene, guardate i campi, sono già maturi e pronti per la mietitura.
36 Il mietitore riceve la sua paga per raccogliere le anime per la vita eterna. Che gioia per chi semina e per chi miete!
37 A tal proposito è vero anche il detto che uno semina e qualcun altro raccoglie!
38 "Io ho mandato voi a mietere, dove voi non avete lavorato ma altri hanno faticato a seminare, e voi avete raccolto i frutti del loro lavoro".
39 Molti abitanti di quel villaggio della Samaria credettero in Gesù, grazie alle parole della donna che raccontava: "Quell'uomo mi ha detto tutto cio che ho fatto!"
40 I Samaritani dunque andarono da Gesù e lo pregarono di rimanere nel loro villaggio, dove resto per due giorni.
41 Dopo averlo ascoltato, molti altri credettero in lui,
42 e dicevano alla donna: "Ora crediamo, non solo per quello che ci hai detto tu, ma perché noi stessi lo abbiamo sentito. Sappiamo che egli è davvero il Salvatore del mondo!"
43 Dopo essersi fermato quei due giorni, Gesù ripartì per la Galilea.
44 Egli stesso aveva detto: "Un profeta non è onorato in patria!"
45 Ma i Galilei lo accolsero a braccia aperte, perché erano stati a Gerusalemme per la festa della Pasqua ed avevano visto tutto cio che aveva fatto!

Gesù guarisce un ragazzo

46 Durante il viaggio attraverso la Galilea, Gesù giunse di nuovo nella città di Cana dove aveva trasformato l'acqua in vino. Mentre si trovava là, un ufficiale governativo, che aveva un figlio molto malato a Cafàrnao,
47 venne a sapere che Gesù era tornato in Galilea dalla Giudea. Lo ando a cercare e lo prego di scendere a Cafàrnao per guarire suo figlio che stava per morire.
48 Gesù gli rispose: "Se non vedete segni e miracoli non mi crederete!"
49 L'ufficiale supplico: "Signore, vieni subito, prima che il bambino muoia!"
50 Allora Gesù gli disse: "Torna a casa. Tuo figlio è guarito!"L'uomo gli credette e si avvio verso casa.
51 Mentre era ancora per strada, alcuni suoi servi gli andarono incontro per comunicargli che suo figlio era guarito.
52 Allora il padre chiese a che ora il ragazzo avesse cominciato a sentirsi meglio. Gli risposero: "Ieri pomeriggio, verso l'una, la febbre è scomparsa!"
53 Così il padre constato che tutto era accaduto nello stesso momento in cui Gesù aveva detto: "Tuo figlio è guarito". E l'ufficiale credette, insieme con tutta la sua famiglia.
54 Questo fu il secondo miracolo che Gesù fece in Galilea, dopo il suo arrivo dalla Giudea.
© 2016 ERF Medien