Schließen
BibleServer is a donation based project by ERF Medien. 25 € will help us to secure next years funding.
Aiuto

La Parola è Vita

1 Caro Teofilo, nella mia prima lettera ti ho già parlato di tutto cio che Gesù inizio a fare e ad insegnare,
2 fino a quando non fu portato in cielo, dopo aver dato, per mezzo dello Spirito Santo, i suoi insegnamenti agli apostoli che aveva scelto.
3 Durante i quaranta giorni dopo la crocifissione, Gesù apparve vivo agli apostoli diverse volte, dando loro molte prove della sua resurrezione. In queste occasioni, parlo loro delle cose che riguardavano il regno di Dio.

Gesù sale in cielo

4 Durante uno di questi incontri, Gesù ordino agli apostoli di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di aspettare che [lo Spirito Santo scendesse su di loro e] s'adempisse così la promessa di Dio Padre, di cui egli stesso aveva parlato altre volte.
5 "Giovanni battezzava con acqua", aveva ricordato loro Gesù, "voi invece, fra pochi giorni, sarete battezzati con lo Spirito Santo!"
6 Allora quelli che si erano riuniti attorno a lui gli chiesero: "Signore, è in questo periodo che devi ristabilire il regno d'Israele?"
7 "È il Padre che ha fissato il momento opportuno", rispose Gesù, "Non spetta a voi saperlo.
8 Ma quando lo Spirito Santo sarà disceso su di voi, riceverete una potenza tale, che parlerete di me in tutta Gerusalemme, in Giudea, in Samaria, e nelle parti più remote della terra".
9 Mentre parlava ancora, sotto gli occhi degli apostoli, Gesù comincio a salire verso il cielo, finché non scomparve in una nuvola.
10 Gli apostoli stavano ancora così, con gli occhi fissi al cielo, quand'ecco si avvicinarono a loro due personaggi vestiti di bianco.
11 "Uomini di Galilea", dissero, "perché ve ne state lì a guardare verso il cielo? Questo Gesù che è stato assunto in cielo, un giorno tornerà nello stesso modo in cui l'avete visto andarsene".
12 Quando accadde questo fatto, si trovavano sul Monte degli Ulivi. Così gli apostoli se ne tornarono a Gerusalemme, che dista circa un chilometro.
13 Giunti [alla casa dove di solito si riunivano], salirono in una stanza al piano di sopra.Quel giorno erano presenti Pietro, Giovanni, Giacomo, Andrea, Filippo, Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo il figlio di Alfeo, Simone soprannominato lo Zelota [perché faceva parte di un movimento di resistenza contro i Romani] e Giuda figlio di Giacomo.
14 Tutti d'accordo pregarono senza sosta, insieme con le donne, con Maria, madre di Gesù, e coi suoi fratelli.
15 In uno di quei giorni, mentre erano presenti circa centoventi persone, Pietro si alzo in piedi e disse:
16 "Fratelli, era necessario che si avverasse cio che lo Spirito Santo aveva detto nella Bibbia, per bocca del re Davide, riguardo a Giuda che guido la folla che arresto Gesù.
17 Giuda era uno dei nostri, scelto per lo stesso servizio.
18 Con i soldi che aveva ricevuto per il suo tradimento Giuda compro un campo, e proprio là cadde, squarciandosi il ventre e spargendo le sue viscere.
19 La notizia della sua morte è divenuta così nota al popolo di Gerusalemme, tanto che quel campo è stato chiamato, nella loro lingua, "campo di sangue".
20 Infatti è scritto nel libro dei Salmi: "La sua casa diventi deserta e non ci abiti più nessuno. E inoltre: "Il suo incarico lo prenda un altro".
21-22 "È necessario quindi scegliere qualcun altro che prenda il posto di Giuda e si unisca a noi per testimoniare della resurrezione del Signore Gesù. Dobbiamo scegliere qualcuno che sia sempre stato con noi per tutto il tempo che siamo rimasti col Signore, da quando fu battezzato da Giovanni, fino al giorno in cui ci lascio e fu assunto in cielo".
23 Furono presentati allora due discepoli: Giuseppe, "il Giusto", detto anche Barsabba, e Mattia.
24 Poi pregarono: "O Signore, tu che conosci il cuore di tutti, facci sapere quale di questi due uomini hai scelto
25 come apostolo, per prendere il posto che Giuda ha lasciato per andare nel suo luogo".
26 Tirarono a sorte, e la sorte cadde su Mattia che fu aggregato agli altri undici apostoli.
© 2016 ERF Medien